Cronaca

Droga e materiale sospetto in casa: quattro arresti FOTO E VIDEO

C'era di tutto nell'appartamento di San Biagio a Monza  in cui risiedevano illegalmente quattro marocchini

Cronaca Monza, 18 Aprile 2018 ore 12:55

Hashish, cocaina, smartphone, cellulari, televisori, tablet e perfino una bici da corsa da 1500 euro. C'era di tutto nell'appartamento di San Biagio a Monza  in cui risiedevano illegalmente quattro marocchini, tutti con precedenti e tutti finiti in carcere.

Quattro arresti

Nei giorni scorsi, la Polizia di Stato ha arrestato quattro cittadini marocchini, M.B di 46 anni, M.J. di 26 anni, M.S. di 23 anni ed A.A. di 28 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e ricettazione. L’operazione è iniziata domenica intorno alle 18 quando il 46enne  alla vista della volante, ha prima buttato a terra un involucro, per poi fingere di fermarsi e, all’improvviso, si è dato alla fuga a bordo di una bicicletta per le vie del centro cittadino imboccando strade contromano per assicurarsi la fuga, fino a via Varisco dove è stato bloccato.

La perquisizione in casa

L’uomo in tasca aveva ancora 3 dosi di cocaina e del denaro contante frutto dello spaccio e  continuava a ripetere di abitare in una casa abbandonata. Ma i poliziotti non ci hanno creduto: sapevano che viveva in realtà in via Medici. Da qui la perquisizione a sorpresa nell’abitazione dalla quale era appena uscito proprio il nipote. Qui i poliziotti hanno colto di sorpresa altri due marocchini e, sparsi in tutta la casa, i segni inconfondibili dell’attività spaccio: panetti di hashish, sia in un unico sasso, sia in dosi già pronte; bilancino di precisione e  oltre 9.000 euro in contante.

Materiale rubato

Ma non c'era solo la droga. Nell'abitazione,  i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato: 3 televisori LCD nuovi; 1 bicicletta da corsa in fibra di carbonio del valore di almeno 1.500 euro; 13 smartphone e 3 tablet, già imballati e pronti per essere spediti all’estero. Materiale sospetto del quale dovrà essere indagata la provenienza. I quattro sono stati quindi arrestati  per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e ricettazione e condotti in carcere a Monza.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie