Cronaca
Polizia di Stato

Droga nella plafoniera e contanti nell'aletta parasole: pusher arrestati

I complici sono stati fermati a Monza. La droga è stata trovata anche nella loro abitazione a Lissone

Droga nella plafoniera e contanti nell'aletta parasole: pusher arrestati
Cronaca Monza, 20 Aprile 2022 ore 08:19

Droga nella plafoniera e contanti nell'aletta parasole: pusher arrestati dalla Polizia. E' accaduto in via Nino Bixio, a Monza.

Controlli della Polizia

Nel pomeriggio di venerdì, il 15 aprile 2022, le pattuglie della Squadra Mobile e dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico erano impegnate in una serie di controlli,  rafforzati proprio in occasione del periodo delle festività pasquali.

Verso le 17, in via Nino Bixio, gli agenti hanno notato una Opel Corsa condotta da due persone, già note ai poliziotti che hanno quindi cominciato a seguire i movimenti della coppia.

Due pusher vendono droga a una ragazza

Poco dopo i due si sono avvicinati a una ragazza che sostava sul ciglio della strada e con la quale è avvenuto un rapido scambio. Non escludendo che si potesse trattare di una cessione di stupefacenti, gli agenti sono intervenuti, bloccando sia la giovane che la Opel Corsa.

La coppia all’interno dell’auto, anziché fermarsi, ha tentato di scappare. Solo che, facendo retromarcia, sono andati a urtare un’auto poco distante e, mentre il conducente è rimasto bloccato nell’abitacolo, il passeggero ha aperto lo sportello, tentando la fuga. Ma è stato bloccato dai poliziotti dopo una decina di metri.

Droga nella plafoniera e contanti nell'aletta parasole

Dai controlli è emerso come la giovane  avesse appena acquistato della cocaina proprio dai due, risultati essere cittadini originari del Nord Africa, già gravati a vario titolo da condanne e denunce in materia di stupefacenti.

Durante la perquisizione all’interno del veicolo, i poliziotti hanno trovato in una plafoniera un’altra dose di cocaina pronta per essere spacciata e una dose di marijuana, mentre sull’aletta parasole è stata rinvenuta e sequestrata la somma in contanti di 215 euro, suddivisa in banconote da 50, 20 e 5 euro.

La perquisizione a casa

Sussistendo, quindi, la flagranza del reato di illecita detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio, la perquisizione è stata estesa all’abitazione dei due complici, domiciliati a Lissone.
Gli agenti, una volta entrati in casa, hanno trovato un terzo uomo che risultava essere ricercato, dovendo scontare una condanna ad anni 3, mesi, 3 e giorni 3 di reclusione, sempre per reati in materia di stupefacenti.

Droga e contanti

L'appartamento in questione era la loro base logistica utilizzata per lo spaccio. E' stata infatti rinvenuta altra sostanza stupefacente del tipo cocaina, dal peso di 4,75 grammi, sopra un mobile della camera da letto, nonché un’ulteriore somma di ero 1.000 suddivisa in banconote da 50, 20, 10 e 5,00 euro, nascoste sotto un decoder.

Pusher arrestati

Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro e, presso gli uffici della Polizia Scientifica, è stato effettuato l’esame preliminare narco test che ha dato esito positivo al reagentario rispettivamente per la cocaina e i cannabinoidi.

Sussistendo, quindi, la flagranza del reato di illecita detenzione di sostanza stupefacente, i due uomini controllati a bordo dell’auto sono stati arrestati e messi a disposizione della Procura della Repubblica di Monza, mentre il terzo cittadino, gravato dalla condanna a oltre tre anni e ricercato, è stato portato in carcere a Monza dove finirà di scontare la condanna definitiva.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie