Cronaca
Meda

E’ allarme furti in tutta la città, intanto si amplia il Controllo del Vicinato

Andrea Cazzaniga ha fondato un nuovo gruppo nella zona di via Asiago e via Monte Berico.

E’ allarme furti in tutta la città, intanto si amplia il Controllo del Vicinato
Cronaca Seregnese, 31 Ottobre 2021 ore 16:00

Meda, in una sola settimana l’associazione Controllo del Vicinato ha ricevuto più segnalazioni di furti, tentati e riusciti, che in un anno intero.

E’ allarme furti in tutta la città, intanto si amplia il Controllo del Vicinato

Un’impennata certamente favorita dall’accorciarsi delle ore di sole, che ha fatto crescere l’allarme in città. E che ha contribuito alla nascita di un nuovo gruppo nella zona delle vie Asiago e Monte Berico, che ha portato a 12 il numero di quelli presenti in città, per un totale di oltre 200 famiglie coinvolte nel progetto.

Una notizia positiva per il referente cittadino dell’associazione, Andrea Castelli, che ha messo in guardia sull’escalation di furti e tentativi di intrusione in case e appartamenti in varie zone, «presidiate o meno dai gruppi di Controllo del Vicinato. Cerchiamo di evidenziare questi episodi per sensibilizzare la popolazione sull’importanza di tutelarsi il più possibile contro i malintenzionati». Di certo un ottimo deterrente «è la collaborazione tra i vicini. Un piccolo investimento di tempo che aiuta a far crescere una rete efficace». Una rete che ora conta un gruppo in più grazie alla buona volontà e allo spirito di iniziativa di Andrea Cazzaniga, 50enne residente in via Asiago che lavora in un maneggio a Seregno.

"L’idea è nata quindici giorni fa, dopo che un mio vicino mi aveva segnalato la presenza sospetta di un individuo lungo la via, che si aggirava vicino alle vetture parcheggiate - spiega - Non sappiamo se sia lui il responsabile, ma un’altra mia vicina che è uscita a fare la spesa si è ritrovata con il baule aperto». Un episodio che l’ha spinto a informarsi sull’associazione Controllo del Vicinato: «Cercando in Internet ho trovato un numero di telefono e mi ha risposto Castelli. Gli ho parlato della mia idea, che ha accolto con entusiasmo». E nel giro di un paio di settimane Cazzaniga è riuscito a raccogliere ben 16 adesioni. «Sono stato fortunato, perché non ho dovuto convincere nessuno, i miei vicini erano molto contenti di entrare a far parte del progetto", sottolinea.

"Controllo del Vicinato, pare che la cittadinanza stia apprezzando"

"Il fatto che nuovi gruppi nascano spontaneamente e che la volontà di aderire arrivi direttamente dalle persone è la conferma che il principio su cui basiamo la nostra attività, ovvero che la rete si deve creare dal basso, è vincente - il commento di Castelli - Diffondere il Controllo del Vicinato non è stato semplice, ma ora pare che la cittadinanza stia apprezzando. Evidentemente l’impegno sul territorio e la voglia di far bene ci hanno permesso di farci conoscere meglio, la gente si sta fidando".

Proprio la fiducia è uno degli elementi alla base dell’associazione, «insieme alla collaborazione, tra cittadini e cittadini e tra cittadini e Forze dell’ordine. Abbiamo un punto di riferimento nel comando di Polizia Locale, un agente con cui ci interfacciamo e a cui riportiamo le segnalazioni». E per farsi conoscere meglio l’associazione il 31 ottobre sarà presente con un proprio info point durante la festa di Halloween organizzata al quartiere Polo.

Necrologie