E' passato un anno dalla visita di Papa Francesco e Monza lo ricorda così

Proprio oggi è stato dato l'annuncio della realizzazione di un'opera in ricordo di questa memorabile visita.

E' passato un anno dalla visita di Papa Francesco e Monza lo ricorda così
Monza, 26 Marzo 2018 ore 22:59

E' passato un anno dalla visita di Papa Francesco. Proprio oggi è stato dato l'annuncio della realizzazione di un'opera in ricordo di questa memorabile visita. L’artista individuato dal Consorzio a seguito di un concorso apposito è stato Sam Havadtoy.

A un anno dalla visita del Papa a Monza

Molti monzesi in queste ore si sono ricordati che è trascorso un anno dalla visita di Papa Francesco a Monza. Un appuntamento quello del 25 marzo scorso, lungamente atteso, organizzato nei minimi dettagli. Unico, memorabile. Tutti ricordano quel 25 marzo 2017 quando Papa Francesco celebrò la messa al Parco di Monza.

Un milione di pellegrini

Una messa iniziata intorno alle 15 quando all'interno del Parco si è arrivati a contare un milione di pellegrini, arrivati da tutto il mondo. Tutti ad attendere l'arrivo del Pontefice che puntuale, alle 14.45 ha varcato la soglia del Parco ed è stato accolto da un lunghissimo, interminabile boato di gioia.

Un'opera in ricordo della storica giornata

E proprio oggi, a distanza di un anno, nella sala Caimi della Villa Reale il sindaco di Monza Dario Allevi ha dato un annuncio a sorpresa. Verrà realizzata un'opera in ricordo della visita di Papa Francesco a Monza. Un'opera che con tutta probabilità troverà posto a Villa Mirabello.

L’artista individuato dal Consorzio a seguito di un concorso apposito è stato Sam Havadtoy, i cui lavori sono attualmente esposti proprio fra le sale della Reggia. La sua opera «Il Portale», di cui al momento esiste solo un bozzetto ma che secondo il progetto dovrebbe essere posizionata a Villa Mirabello, prevede la rappresentazione di una porta fronte - retro leggermente socchiusa in grado di accogliere i fedeli, ispirandosi alle parole del pontefice.
A volerla fortemente la sezione locale dell’«Ucid», e grande apprezzamento è stato espresso da monsignor Silvano Provasi.
Necrologie