Eccellenze monzesi: al tenore Renato Cazzaniga il premio Rosa Camuna 2018

Il noto artista verrà insignito del prestigioso riconoscimento il prossimo 29 maggio.

Eccellenze monzesi: al tenore Renato Cazzaniga il premio Rosa Camuna 2018
Monza, 03 Maggio 2018 ore 12:49

Eccellenze monzesi: al tenore Renato Cazzaniga il premio Rosa Camuna 2018. Il noto artista verrà insignito del prestigioso riconoscimento istituito da Regione Lombardia il prossimo 29 maggio.

Renato Cazzaniga riceve il premio Rosa Camuna 2018

Classe 1943, Renato Cazzaniga è nato a Lecco ma si è trasferito giovanissimo a Monza dove si è diploma al Liceo Musicale Appiani. Vanta un impressionante palmares, con esibizioni sui palcoscenici dei teatri più prestigiosi d’Italia e del mondo: il “Teatro alla Scala” di Milano, l’“Arena” di Verona, la “Fenice” di Venezia, il “Comunale” di Firenze, il “Bolshoi” di Mosca, l’“Opera” di Parigi e di Montecarlo, i teatri di Bilbao, Dallas, Seoul, Tokio.

Per non parlare delle collaborazioni sia con grandi registi, su tutti Zeffirelli, Sthreler, Squarzina, Ronconi, e direttori d’orchestra come Muti, Gavazzeni, Maazel, Pretre, Abbado, Sinopoli, Rostropovich, sia con artisti leggendari come Luciano Pavarotti, Frank Sinatra, Nicolaj Ghiaurov, Piero Cappuccilli, Joan Sutherland.

II suo repertorio comprende opere di Verdi, Bellini, Rossini, Giordano, Cilea, Gounod e Massenet, spesso eseguendo composizioni in prima esecuzione assoluta. Lo scorso anno l'artista aveva festeggiato i 50 anni di carriera in Villa Reale.

Il premio Rosa Camuna

Il Premio Rosa Camuna è istituito dalla Giunta Regionale della Lombardia per riconoscere pubblicamente ogni anno l’impegno, l’operosità, la creatività e l’ingegno di coloro che si sono particolarmente distinti nel contribuire allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia. E stato istituito dalla giunta regionale il 29 maggio 2009, in occasione della Festa della Lombardia che ricorda appunto il 29 maggio del 1176 quando le truppe della Lega Lombarda sconfissero l’esercito imperiale di Federico Barbarossa nella battaglia di Legnano, ponendo così fine al tentativo di egemonizzare i comuni dell’Italia settentrionale da parte dell’imperatore tedesco,

Gli altri premiati

Ecco gli altri premiati: il pittore Giancarlo Vitali di Lecco; Girolamo Sirchia, ex ministro della Salute; il violinista Uto Ughi, Luigi Pagano, direttore del carcere di San Vittore;’Associazione Museo della Grande Guerra bianca dell’Adamello e l’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo; Giacomo Salvadori, fondatore della “Maratona del cielo” .  Toccante il premio alla memoria per il pompiere Pinuccio la Vigna, morto sul lavoro a San Donato.

 

Necrologie