Menu
Cerca
Carate Brianza

Ex studente del Gandhi vince il primo premio

Un 19enne di Carate Brianza è stato premiato venerdì mattina al concorso letterario promosso dalla scuola.

Ex studente del Gandhi vince il primo premio
Cronaca Caratese, 09 Maggio 2021 ore 09:00

Ha vinto il primo premio al concorso letterario dell'istituto Gandhi di Besana Brianza, l'ex studente Jacopo Tassieri, 19 anni, residente a Carate Brianza, premiato venerdì mattina.

Primo premio

Il suo racconto «Urla mute» ha conquistato il primo posto al concorso letterario dell’istituto «Gandhi» nella sezione prosa. L’ex studente Jacopo Tassieri, 19enne di Carate Brianza, è stato premiato venerdì mattina alla presenza del sindaco, Emanuele Pozzoli, della dirigente scolastica Virginia Rizzo e dai docenti di italiano. Si tratta della quarta edizione del concorso letterario promosso dalla scuola, che si è svolto nel 2020: la consegna dei riconoscimenti è slittata di un anno a causa della pandemia da Covid-19. Venerdì mattina al Gandhi sono stati premiati sei studenti: i primi tre classificati nella sezione prosa e i primi tre nella sezione poesia. Jacopo sta frequentando il primo anno della facoltà Scienze della Comunicazione all’Università degli Studi dell'Insubria di Varese: il suo sogno nel cassetto è lavorare in una radio.

La prosa

Il concorso letterario è aperto a tutti gli studenti del Gandhi ed è diviso in due sezioni: prosa e poesia. Jacopo si è classificato primo nella sezione prosa. «Ho raccontato la storia cruda di un ragazzo con problemi a interagire a scuola e a casa con la famiglia dove subisce anche violenze - spiega Jacopo - Problemi gravi a cui nessuno desta attenzione e che portano a un tragico epilogo. Il tema del concorso era “Costruirsi muri attorno a sé” che ben si adegua ai tempi del Covid. La mia passione per la scrittura è nata alle medie ed è cresciuta col tempo. Specialmente i professori delle superiori mi hanno sempre spronato a scrivere. Una passione che spero di includere nella mia vita».

Il sogno nel cassetto

"Il mio sogno nel cassetto è quello di lavorare in una radio - ci confessa Jacopo che oltre all'italiano conosce tre lingue (inglese, francese e spagnolo) - Per un paio di mesi ho lavorato in una radio online: mi occupavo di un programma per lanciare artisti "meno commerciali", quelli che solitamente non si ascoltano in radio. Ricordo di aver lanciato anche un artista giapponese: ho parlato della sua vita e mandato in onda una carrellata di sue canzoni. Per un mese ho lavorato anche per una rivista online di videogiochi. Durante le scuole superiori mi sono occupato di teatro e mostre per l'alternanza scuola-lavoro. Attualmente sto seguendo la scuola Holden dello scrittore Alessandro Baricco. Insomma, cerco di scrivere più che posso!".

Il servizio sarà pubblicato anche sul Giornale di Carate in edicola da martedì 11 maggio 2021.

Necrologie