Famiglia intossicata dal monossido di carbonio VIDEO

Dramma a Sulbiate: il padre in coma trasportato in elisoccorso al Niguarda

Vimercate, 11 Febbraio 2020 ore 20:52

Dramma sfiorato a Sulbiate: una famiglia è stata intossicata dal monossido di carbonio. Madre e padre sono stati trasportati in codice rosso in ospedale, meno grave il figlio di dieci anni

8 foto Sfoglia la gallery

L’intossicazione dal monossido

L’allarme è scattato intorno alle 18.30 a Cascina Cazzullo, al confine tra Sulbiate e Mezzago. Una famiglia di origini senegalesi formata da un uomo di 49 anni, una donna di 35 e il bambino di dieci è rimasta intossicata dal monossido di carbonio. A far scattare l’allarme è stato il fratello del 49enne preoccupato del fatto che i familiari non gli rispondessero: a quel punto ha sfondato la porta e trovato il nipote intontito e con evidenti difficoltà respiratorie, mentre i genitori erano svenuti. Sul posto sono sopraggiunti i Vigili del Fuoco, due ambulanze, l’automedica, i carabinieri e un elisoccorso. Tutta la famiglia è stata intossicata. Il più grave di tutti è il padre, G.S.: in coma, è stato intubato e trasportato in elisoccorso all’ospedale Niguarda. La madre, W.A., è stata intubata e portata in Terapia iperbarica all’ospedale di Zingonia, mentre il figlio di dieci anni è stato portato al Niguarda in codice giallo, apparentemente senza danni neurologici. Sul posto si è subito precipitato anche il sindaco di Sulbiate Carla Della Torre che sta collaborando con i Carabinieri

TORNA ALLA HOME PAGE