Monza, oggi la Festa di San Biagio

Festa di San Biagio, panettone per tutti

La festa del santo della gola come da tradizione vedrà la messa solenne in via Prina, il bacio della reliquia e ovviamente la degustazione del panettone

Festa di San Biagio, panettone per tutti
Cronaca Monza, 03 Febbraio 2021 ore 13:16

Festa di San Biagio, panettone per tutti i monzesi. E voi lo avete già mangiato?

San Biagio, oggi i festeggiamenti

Oggi, mercoledì, si festeggia San Biagio. E in tutta la città è corsa ad accaparrarsi un pezzetto di panettone per assicurarsi le protezione della gola. Alzi la mano chi non l’ha ancora fatto.

L’usanza di mangiare il panettone a San Biagio è antichissima e a Monza è ancora molto sentita dai fedeli più o meno devoti. Martirizzato durante la persecuzione di Licinio (307 – 327), la tradizione vuole che San Biagio venisse invocato per il mal di gola che infatti, il 3 febbraio, veniva benedetta con due candele incrociate a memoria di un suo miracolo.

Nello specifico, mentre veniva condotto al supplizio avrebbe guarito un fanciullo che stava soffocando dopo aver ingerito una spina di pesce.

Festa San Biagio
Il panettone di San Biagio

Da quel momento la gola è caduta sotto la sua protezione, come già testimoniato in diverse benedizioni già a partire dal VI secolo. E più segnatamente in Spagna, Francia e Germania, e in Italia, vengono appunto distribuiti ai fedeli dei piccoli pani confezionati che nella loro forma spesso le parti malate.

A Milano, in particolare, così come a Monza, per San Biagio si mangia una fetta di panettone che viene conservata appositamente da Natale.

In via Prina giornata speciale

Nella chiesa di via Prina, dedicata al santo, oggi sarà una giornata speciale. Ad anticipare la giornata di oggi la speciale funzione di ieri sera, martedì, in occasione della Candelora (Festa della Presentazione del Signore) che ha richiamato parecchi fedeli ed è stata preceduta dalla distribuzione delle candele e dalla processione all’interno della chiesa al seguito della portantina con l’icona della Madonna.

Stasera invece alle alle 18,30 sarà celebrata una messa solenne presieduta da monsignor Franco Agnesi, vicario generale della diocesi di Milano, e concelebrata dal parroco monsignor Umberto Oltolini e dagli altri sacerdoti della comunità pastorale.

Festa San Biagio
Ieri sera in San Biagio la processione della Candelora

Annullato il tradizionale bacio alla reliquia del santo per via delle disposizioni anticontagio, durante tutta la giornata sarà però possibile ricevere la benedizione con la reliquia (alle 10, 10,30, 12, 12,30, 14,30, 15, 17,30).

Per i fedeli saranno inoltre a disposizione il pane e il panettone benedetti contro il mal di gola, nemmeno a dirlo, e altresì le medagliette e le immaginette con l’effige del santo. Infine, per chi lo volesse, sarà possibile accedere all’altare per l’accensione del lume al santo.

«Seppure in un tempo difficile segnato dalla pandemia anche quest’anno ci apprestiamo a celebrare il nostro patrono – ha sottolineato il parroco Oltolini, che ha tenuto particolarmente a tenere viva la tradizione – Tutto è stato organizzato nel pieno rispetto delle norme vigenti con il desiderio che, seppure con qualche limitazione, questo appuntamento possa essere per tutti motivo di speranza e di fiducia. La testimonianza dei santi ci ricorda infatti che il Signore, anche nei momenti della prova, non è mai lontano ma ci accompagna e con amore si prende cura di noi».

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli