A Filippo Tortu borsa di studio Pietro Mennea

Il velocista di Carate Brianza, campione europeo e argento mondiale under 20 dei 100 metri, è diventato uno studente di Economia e Commercio presso il prestigioso Ateneo romano

A Filippo Tortu borsa di studio Pietro Mennea
22 Novembre 2017 ore 17:14

A Tortu la borsa di studio Pietro Mennea.

Borsa di studio a Filippo Tortu

Il caratese Filippo Tortu ha ricevuto a Roma la borsa di studio Pietro Mennea. Lunedi 20 novembre, si è svolta presso l’Università Luiss di Roma la Festa dello Sport che ha visto protagonisti tutti gli studenti-atleti e, per la prima volta, i Top Players della LUISS Sport Academy. Gli atleti azzurri che frequentano l’Ateneo sono, tra gli altri, lo schermidore Giorgio Avola, il nuotatore Gregorio Paltrinieri e appunto il campione europeo e argento mondiale under 20 dei 100 metri Filippo Tortu.

Lo sprinter di Carate Brianza ha scelto di studiare a Roma

Il giovane sprinter di Carate Brianza è diventato uno studente del prestigioso Ateneo romano grazie ad un’importante borsa di studio intitolata al mito della velocità azzurra Pietro Mennea. Tortu aveva conseguito la maturità lo scorso luglio a Monza, dove era studente del collegio Villoresi. A consegnargli la borsa di studio è stata la moglie di Mennea, Manuela Olivieri.

Frequenta economia e commercio

“La scelta non è stata semplice – ha raccontato l’atleta delle Fiamme Gialle nel corso della cerimonia a cui è intervenuto anche il presidente FIDAL Alfio Giomi – dato che le offerte non mancavano, due su tutte, quella delle università di Miami e Houston, ma ho preferito restare in Italia. Cosa possono offrirmi in più gli Stati Uniti rispetto a quanto già ho a disposizione qui?”. “Io di questa città sono innamorato – continua Tortu – e ora sarà la mia seconda casa dopo l’iscrizione al corso di laurea di Economia e Commercio alla LUISS. Avevo pensato a un’università a Milano, poi è arrivata questa occasione d’oro della borsa di studio e non me la sono fatta scappare. All’inizio ero spaventato, ma la LUISS mi consente di seguire i corsi a distanza, ho a disposizione un tutor e anche l’alloggio quando sono a Roma”.

L’evento si è svolto all’interno della splendida cornice dell’aula Chiesa di Viale Romania. Grande spazio e rilevanza ha avuto il tema della Dual Career, fiore all’occhiello dell’Ateneo ed espressione chiara della volontà della Luiss di formare studenti-atleti di livello internazionale. Se ne è parlato nel corso di un’interessante tavola rotonda, alla quale hanno preso parte il Direttore Generale della Luiss Giovanni Lo Storto, il prorettore alla Didattica Roberto Pessi, il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli e Niccolò Campriani per il Comitato Olimpico Internazionale.

Per Tortu anche il premio Cannavò

Una settimana speciale per Filippo Tortu. Martedì il caratese è stato insignito anche del prestigioso Premio Candido Cannavò in memoria dello storico e indimenticabile direttore della Gazzetta dello Sport, scomparso nel 2009. Il riconoscimento è stato consegnato a Milano nel corso di una speciale cerimonia presso la sede del quotidiano sportivo a cui sono intervenuti la moglie Franca e il figlio Alessandro.