Biassono

Flash mob per dire “Stop al consumo di suolo”

Organizzato dai volontari di Legambiente davanti al cantiere per la realizzazione della nuova strada di collegamento tra via Delle Vigne e Pessina.

Flash mob per dire “Stop al consumo di suolo”
Cronaca Caratese, 19 Gennaio 2021 ore 17:00

Flash mob a Biassono di Legambiente per dire “Stop al consumo di suolo”.

Flash mob

Flash- mob di Legambiente davanti al cantiere per la realizzazione della nuova strada di collegamento tra le vie Delle Vigne e Pessina. La manifestazione è stata organizzata dai rappresentanti del circolo Legambiente Biassono «allo scopo di manifestare all’opinione pubblica e ai cittadini tutti, l’indignazione per questo inutile scempio del territorio».

Legambiente Biassono

“Con il video che abbiamo pubblicato nel mese di giugno, con una bella ripresa dall’alto e il focus finale sui pochi spazi verdi rimasti al nostro paese, nella zona delle Cascine, volevamo attirare l’attenzione proprio su questa zona, allora minacciata dalla possibilità di essere deturpata dalla realizzazione di una nuova, inutile strada – spiegano i volontari di Legambiente – Purtroppo la possibilità è divenuta realtà. Ora ai biassonesi e agli automobilisti in transito non sarà sfuggito che, con l’inizio del nuovo anno, ha preso avvio il cantiere per la realizzazione delle nuova strada di collegamento tra le vie Delle Vigne e Pessina. Ricorderanno la battaglia che, a più riprese, ha visto impegnata Legambiente Biassono per fermare questo inutile e dannoso progetto che determina ulteriore consumo di suolo agricolo deturpando il paesaggio e l’ambiente naturale di aree vincolate del Parco Valle del Lambro”.

La replica dell’assessore ai Lavori pubblici

Sulla vicenda è intervenuto il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Alessio Anghileri: «E’ il privato che si è impegnato a realizzare la strada, non c’è alcun spreco di denaro pubblico. Il terreno è comunale e non dobbiamo acquistare nulla. Il fatto poi che la strada entri direttamente nella rotonda evita la realizzazione di una corsia di immissione, quindi evita un utilizzo ulteriore di terreno. In più l’uscita dei camion sarà in tutta sicurezza. Abbiamo l’autorizzazione a procedere sia del Parco Valle Lambro, che di Pedemontana e Cal. Non c’è dietro alcuna speculazione, finché ci sarò io lì non saranno costruite case».

Il servizio completo è pubblicato sul Giornale di Carate in edicola da oggi, martedì 19 gennaio 2021.

6 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli