Forza Nuova sfida il sindaco: in piazza senza autorizzazione contro lo Ius soli

Sotto accusa la locandina, Corti: "Un'azione di incitamento al conflitto razziale".

Forza Nuova sfida il sindaco: in piazza senza autorizzazione contro lo Ius soli
Desiano, 16 Dicembre 2017 ore 22:48

Raccolta firme contro lo Ius soli e locandina contestata. L’Amministrazione comunale nega l’autorizzazione per l’utilizzo di suolo pubblico a Forza Nuova Monza e Brianza che, però, è decisa a continuare la sua battaglia e domani, domenica 17 dicembre, sarà in piazza per un volantinaggio. Il sindaco precisa: ” Un’azione di incitamento al conflitto razziale”.

Il divieto in nome della Costituzione

“Questa decisione è davvero motivo di dispiacere per tutti” afferma il responsabile cittadino di Forza Nuova Desio, Giovanni Campisi. Dito puntato contro la locandina che mette in evidenza “No Ius soli, resistenza etnica”. Il divieto in nome di una violazione dell’articolo 3 della Costituzione. “Per noi – fa notare Campisi – la locandina e l’iniziativa sono assolutamente degne di lode e cariche di sano patriottismo e nazionalismo, che da anni a questa parte è calato drasticamente, soppresso da quel sistema “democratico” fatto di tante belle parole, ma pochi fatti concreti. Forza Nuova è da 20 anni che si schiera a favore degli italiani stanchi, sfruttati e imbavagliati da quel contorto sistema del politically correct utilizzato solo come strumento di censura contro chi non ha ancora e non vuole abbassare la testa”.

Domani mattina in piazza senza permesso

Da qui l’appuntamento per domani mattina: “Saremo in strada a Desio con un volantinaggio nonostante tutto e tutti e daremo la possibilità alla gente di firmare comunque” rimarca Campisi. Sulla vicenda interviene anche Salvatore Ferrara coordinatore regionale di Forza Nuova che aggiunge: “L’Amministrazione non ci ha concesso l’occupazione di suolo pubblico, appellandosi ad un articolo della Costituzione che avremmo violato in un nostro volantino pubblicato per domenica 17 dicembre. Se così fosse invito l’Amministrazione a sporgere denuncia contro Forza Nuova, altrimenti evitino di arrampicarsi sui vetri.

“Allertati i nostri legali”

“Nel frattempo – ricorda Campisi – ho allertato i nostri legali dal momento che ci sono tutti i presupposti per un esposto denuncia contro il sindaco e l’Amministrazione comunale per i reati di violenza privata ed attentato alle libertà costituzionali nei confronti del movimento politico Forza Nuova. Il nostro movimento, legalmente riconosciuto dal 1997, ha subito l’ennesimo attacco da parte di quello schieramento politico (che purtroppo è al potere) che preferisce aiutare gli stranieri piuttosto che i propri concittadini e connazionali”.

La replica del sindaco

In serata è arrivata anche la replica del sindaco, Roberto Corti. “Abbiamo respinto la richiesta di occupazione suolo pubblico presentata da Forza Nuova perché l’iniziativa, prevista per domenica, è un’azione di incitamento al conflitto razziale. E, in questo senso, viola i principi costituzionali della nostra Repubblica, in particolare dell’articolo 3:’Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e social’. Scrivere su un volantino che pubblicizza l’iniziativa che si fa’resistenza etnic’ oltre che evocare tristissime vicende del passato è una chiara esaltazione razzista. Nessuna polemica politica. Solo il rispetto della Costituzione, nata dalla lotta antifascista. Punto”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia