Commemorazione

Fratelli d’Italia ricorda il magistrato Paolo Borsellino

Il Dipartimento tutela vittime ha deposto una corona di fiori a Concorezzo.

Fratelli d’Italia ricorda il magistrato Paolo Borsellino
Vimercatese, 18 Luglio 2020 ore 10:46

Fratelli d’Italia ricorda il magistrato Paolo Borsellino. Questa mattina, sabato 18 luglio, il Dipartimento tutela vittime ha deposto una corona di fiori a Concorezzo.

Ventotto anni fa la strage di via D’Amelio

Il Dipartimento tutela vittime di Fratelli d’Italia ha voluto commemorare la figura del magistrato Paolo Borsellino a 28 anni dalla sua tragica scomparsa, avvenuta nel 1992 per mano della mafia in via D’Amelio a Palermo. La referente provinciale del Dipartimento Laura Della Bosca, affiancata dal coordinatore provinciale Rosario Mancino, dal consigliere regionale Federico Romani, e da rappresentanti di vari circoli della Brianza, ha deposto una corona di fiori a Concorezzo, nella piazza dedicata proprio a Paolo Borsellino e Giovanni Falcone.

“Domani, domenica 19 luglio, sarà il 28esimo anniversario della scomparsa di Paolo Borsellino, magistrato vittima della mafiaa – ha dichiarato il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Rosario Mancino – La sua figura, insieme a quella di Giovanni Falcone, ci ricorda l’importanza di stare dalla parte della legalità, dalla parte dei cittadini e delle persone oneste. Paolo Borsellino per la nostra comunità è un simbolo e una parte integrante del vissuto della nostra realtà politica: si iscrisse al Fronte della Gioventù, fu dirigente del Fuan di Palermo, quindi intraprese, con i principi della legalità che aveva imparato da piccolo, la carriera di magistrato. Una carriera che deve servire da esempio, soprattutto oggi che vediamo lo scempio di questo Governo, che ha un ministro della Giustizia che scarcera i boss e tratta con la mafia. Proprio per questo motivo una figura come quella di Paolo Borsellino deve essere ricordata con ancora maggiore forza”.

L’iniziativa, come detto, è stata promossa dal Dipartimento tutela vittime di Fratelli d’Italia, che unitamente alla corona di fiori ha deposto un messaggio con le parole pronunciate dallo stesso Borsellino poco prima della sua morte: “Mi ucciderà la mafia, ma saranno altri che mi faranno uccidere, la mafia mi ucciderà quando altri lo consentiranno”.

“Ringrazio tutti per la presenza, a cominciare dal coordinatore provinciale Rosario Mancino e dal nostro consigliere regionale Federico Romani – ha commentato la referente provinciale Laura Della Bosca, concorezzese doc – Ho fortemente voluto deporre questi fiori qui a Concorezzo, dove abbiamo questa targa intitolata a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, perché quanto accaduto ventotto anni fa non deve essere dimenticato. Fratelli d’Italia da sempre lotta contro ogni tipo di violenza, ogni tipo di mafia: tanti sono ancora i misteri che avvolgono gli eventi del 1992. Il Dipartimento tutela vittime chiede verità: un verità dovuta alle vittime e ai loro famigliari”.

Paolo Borsellino, lo ricordiamo, è stato vittima di un attentato mafioso il 19 luglio del 1992 in via D’Amelio, a Palermo. Con lui hanno perso la vita anche i cinque agenti della scorta i cinque agenti della scorta Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina ed Emanuela Loi, prima agente donna della Polizia di Stato a rimanere uccisa in servizio.

3 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOMEPAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia