Cronaca

Angelo Santambrogio gregario di Felice Gimondi come il fratello Giacinto

Il seregnese ha soccorso il grande campione che era caduto alla "Eroica", lo storico raduno di appassionati nel Chianti

Angelo Santambrogio gregario di Felice Gimondi come il fratello Giacinto
Cronaca Seregnese, 11 Ottobre 2017 ore 09:23

Angelo Santambrogio gregario di Felice Gimondi come lo era stato il fratello Giacinto. Il cicloamatore di Seregno Angelo Santambrogio, come suo fratello Giacinto indimenticato professionista negli anni Settanta, per un giorno è stato il gregario del campione Felice Gimondi. E' accaduto nella celebre "Eroica", la recente rievocazione ciclistica nel Chianti che ha richiamato settemila iscritti di sessanta nazioni, distribuiti su cinque percorsi in prevalenza su strade sterrate. Alla manifestazione, celebre in tutto il mondo, era presente anche una nutrita delegazione di ciclisti di Seregno, fra cui Angelo Santambrogio che indossava la storica maglia bianca e azzurra della "Bianchi".

Angelo Santambrogio gregario di Felice Gimondi

A breve distanza dalla linea del traguardo, il 75enne Felice Gimondi è caduto lungo una discesa sterrata. Angelo Santambrogio, insieme a un altro seregnese Franco Rossetti, ha fatto da gregario come un tempo lo era il fratello Giacinto Santambrogio. Era davanti a lui, si è subito fermato ed è tornato indietro per soccorrerlo. Poi ha chiamato la figlia Norma Gimondi, dirigente di Federciclismo, che percorreva il percorso più lungo della competizione.

Per il campione contusioni alla spalla e al volto

Felice Gimondi ha riportato un violento trauma alla spalla e al volto. Voleva concludere il percorso ma il gregario di Seregno lo ha convinto a salire su un furgone per essere medicato e soccorso. "Nonostante l'età, Felice Gimondi ha ancora un bel passo in bicicletta - hanno commentato i cicloamatori seregnesi al termine della Eroica - Corre con lo stile di una volta, spingendo i rapportoni". Gimondi è uno dei sei corridori di ciclismo ad aver vinto Giro d'Italia (per tre volte nel 1967, 1969 e 1976), Tour del France (nel 1965) e Vuelta (nel 1968).

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie