Edilizia

Frode fiscale, villa sequestrata a un imprenditore

Il professionista di Seregno aveva emesso false fatture per tre anni

Frode fiscale, villa sequestrata a un imprenditore
Cronaca Seregnese, 21 Gennaio 2021 ore 09:40

Aveva utilizzato fatture false per tre anni e per la frode fiscale è stato denunciato. Ma non solo. I militari delle Fiamme Gialle hanno sequestrato una maxi villa da 435mila euro a un imprenditore brianzolo.

Frode fiscale nell’edilizia

I militari del Comando provinciale di Monza della Guardia di Finanza hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo, emesso dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale del capoluogo brianzolo, finalizzato alla confisca di una villa del valore stimato di 435.000 euro. Destinatario del provvedimento è stato un imprenditore seregnese, operante nel settore della costruzione di edifici residenziali, indagato dai finanzieri della compagnia, per una rilevante frode fiscale. Nel corso delle attività ispettive e delle successive indagini delegate
dalla Procura, le Fiamme gialle hanno accertato che l’imprenditore, negli anni d’imposta 2014, 2015 e 2016,
aveva utilizzato fatture false, documentanti costi per acquisti e prestazioni fittizie, per oltre 735.000 euro, riuscendo così a sottrarreillecitamente all’erario imposte pari a circa 335.000 euro.

Denuncia e sequestro della villa

Al termine delle attività investigative il titolare dell’impresa è stato deferito  per il reato di dichiarazione fraudolenta mediante l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti ed altri artifici, ed in ragione dei conseguenti approfondimenti patrimoniali eseguiti, i militari della compagnia di Seregno hanno sottoposto a sequestro preventivo, finalizzato alla confisca anche per equivalente, una villa del valore stimato di 435.000 euro, situata nell’exclave meneghina di San Colombano al Lambro. L’azione di servizio svolta testimonia l’impegno  dalla Guardia di Finanza, nell’individuazione e la conseguente aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati, per restituirli a beneficio della collettività.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli