Fugge all’alt ma viene beccato

Guai in vista per un 22enne lissonese che non si è fermato a un posto di blocco

Fugge all’alt ma viene beccato
08 Novembre 2017 ore 14:02

Fugge all’alt della Polizia stradale di Seregno ma viene individuato.

Fugge all’alt della Polizia

Si tratta di un operaio di Lissone, di 22 anni, incensurato, che a un posto di blocco ha tirato dritto. E’ accaduto in superstrada Valassina, all’altezza di Lissone.  Il giovane era a bordo di una Alfa Romeo Mito quando, alla vista della pattuglia che gli ha intimato di fermarsi, ha saltato il posto di controllo. Imboccato lo svincolo, è uscito dalla superstrada e si è buttato nel centro abitato della città dove ha iniziato a sfrecciare a velocità folle.

L’inseguimento pericoloso in centro abitato

La pattuglia lo ha seguito per una decina di minuti ma poi, per non generare turbative alla sicurezza della circolazione stradale, ha deciso di interrompere l’inseguimento. Gli agenti hanno comunque annotato il numero di targa e fatto gli accertamenti necessari con la Polizia giudiziaria e l’ausilio della Polizia locale di Lissone, che ha fornito immagini di videosorveglianza. Ciò ha consentito alla Stradale di individuare il conducente che ha percorso alcuni chilometri a velocità sostenuta incurante dell’incolumità di automobilisti e pedoni. Per questo motivo il 22enne è stato deferito all’autorità giudiziaria di Monza per resistenza a pubblico ufficiale.

Raffica di infrazioni per il fuggitivo

Il lissonese dovrà rispondere di oltre una trentina di infrazioni. Semafori rossi, eccesso di velocità, mancate precedenze, guida in contromano. Per un totale di diverse migliaia di euro di multa oltre alla decurtazione di un consistente numero di punti dalla patente. Agli agenti di Polizia stradale, che si sono recati a casa sua, ha raccontato di essersi spaventato alla vista della pattuglia e di aver reagito d’istinto.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia