Stretta

Fuori casa nonostante il Covid, cento denunciati

Serrati i controlli delle Forze dell'ordine in Brianza: oltre tremila le persone fermate

Fuori casa nonostante il Covid, cento denunciati
Monza, 14 Marzo 2020 ore 14:02

Non c’è più solo l’invito a stare a casa e uscire solo per limitate situazioni di necessità. Ma adesso per chi non rispetta il decreto con le misure di contenimento al Coronavirus, scattano anche le denunce.

Controlli serrati

Nei giorni scorsi le Forze dell’ordine coordinate dalla Prefettura, hanno intensificato i controlli sul territorio, sanzionando chiunque non rispettasse il decreto con le misure restrittive e per le situazioni più grave sono scattate anche le denunce penali. I numeri sono notevoli in Brianza. Sono state 3058 le persone  controllate e 764 gli esercizi commerciali verificate. E alla fine sono state  93 le denunce per il reato di inosservanza dei provvedimenti dell’autorità; 5 le sanzioni amministrative; 4 denunce per altri reati. Sono questi i numeri – aggiornati al 13 marzo – dei controlli svolti dal dispositivo interforze coordinato dal Prefetto  Patrizia Palmisani, a cui si aggiungono i controlli effettuati quotidianamente dalla Polizia provinciale e dalle Polizie locali della Provincia.

In Prefettura

Si è tenuta questa mattina la quotidiana riunione tra le Autorità componenti del Centro di Coordinamento Soccorsi istituito dalla Prefettura di Monza e della Brianza per la gestione dell’emergenza connessa alla diffusione del virus COVID-19. Nel corso dell’incontro – come di consueto, ormai, tenutosi in videoconferenza – sono stati analizzati i numeri aggregati dei controlli finora svolta da parte delle Forze di polizia sul rispetto delle misure di contenimento previste dai provvedimenti governativi dell’8 marzo e dell’11 marzo.

«I controlli svolti sono stati fin da subito importanti, anche grazie al contributo delle Polizie locali», ha commentato il Prefetto Palmisani. «È tuttavia necessario intensificare ulteriormente l’attività sul territorio: i cittadini devono capire che le misure sono attuate nel loro interesse, a tutela della salute pubblica».

Arriva l’esercito

Il Prefetto ha anche comunicato che a partire dalla prossima settimana il dispositivo interforze sarà integrato anche dal contingente dell’Esercito italiano assegnato alla Provincia di Monza e della Brianza nell’ambito del progetto “Strade sicure”. «Anche l’Esercito è pronto a fare la sua parte: il loro coinvolgimento è strategico, in quanto
consentirà di aumentare ulteriormente le pattuglie attive sul territorio».

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia