Furti in ville, i carabinieri smantellano banda di albanesi

Agivano da mesi in Brianza e in tutto il Nord Italia. A Monza la loro base.

Furti in ville, i carabinieri smantellano banda di albanesi
Seregnese, 14 Dicembre 2018 ore 12:29

Furti in ville e appartamenti, i carabinieri smantellano banda di albanesi. Nella notte tra ieri e oggi, 14 dicembre, i militari della Compagnia di Desio hanno arrestato quattro albanesi in Italia senza fissa dimora e con precedenti per furti.

Furti in ville e appartamenti, i carabinieri smantellano banda di albanesi

Furti in ville e appartamenti, i carabinieri smantellano banda di albanesi. In manette due 33enni, un30enne e un 22enne. Colpivano in particolare in Brianza, dove avevano la loro base operativa, ma facevano spedizioni anche nel resto del Nord Italia. Prendevano di mira in particolare ville isolate e colpivano dall’imbrunire a sera. Dopo attenti sopralluoghi per accertarsi che le abitazioni fossero vuote, le violavano mettendole a soqquadro e sradicando casseforti dal muro. Come quella recuperata a Varedo nei giorni scorsi.

L’indagine dei carabinieri della Tenenza di Paderno Dugnano

L’operazione dei carabinieri della Compagnia di Desio è iniziata più di sei mesi fa da un’indagine della Tenenza di Paderno Dugnano: nell’ambito di un’attività investigativa per furti in appartamenti, i militari avevano individuato un’auto sospetta e avevano iniziato a monitorarne gli spostamenti, anche grazie alle telecamere capaci di leggere le targhe dei veicoli in transito. L’auto, una “Volkswagen Golf Variant”, era stata intercettata a Nova Milanese, Paderno Dugnano, Varedo e Arcore, tanto per stare in Brianza. All’arrivo dell’estate, non si erano più registrati spostamenti. Gli uomini legati all’auto, quattro, sembravano spariti nel nulla. Un mese fa l’auto era tornata di nuovo in movimento. I carabinieri della Tenenza di Paderno erano quindi tornati a seguirla e due settimane fa, supportati da colleghi degli altri reparti della Compagnia di Desio, hanno iniziato servizi mirati per risalire alla base logistica della banda.

Il blitz in un box di via Monte Santo a Monza

L’hanno individuata nei giorni scorsi, in un box di via Monte Santo a Monza. Alle 22 di ieri, giovedì, i carabinieri accerchiano la Golf. I balordi all’interno, due albanesi di 33 anni, si barricano dentro e tentano la fuga inserendo la retromarcia. I militari li bloccano prima che riescano ad agguantare la pistola nascosta nel portaoggetti, un’arma rubata in una villa della Provincia di Trento insieme a 150mila euro. Nel box i carabinieri recuperano un’altra pistola, rubata il 2 dicembre a Viggiù (Varese), preziosi gioielli, bracciali tempestati di diamanti, due orologi Rolex e vini pregiati d’annata.  I militari si mettono sulle tracce dei complici. Seguono la loro macchina, da Monza fino a via Coti Zelati a Paderno Dugnano. Intimano l’alt e identificano i due uomini a bordo: un 30enne e un 22enne. In auto nascondevano un sacchetto di gioielli rubati, in casa 150 grammi di hashish, mille euro in contanti e tutta la strumentazione per il confezionamento della droga.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia