Gare d’appalto 2.0 ecco cosa cambia in Provincia

Il presidente della Provincia di Monza e Brianza, Roberto Invernizzi: "Semplificare, risparmiare e razionalizzare".

Monza, 13 Febbraio 2018 ore 13:23

Gare d’appalto 2.0 meno burocrazia con la Centrale unica di committenza.

Gare d’appalto 2.0

Conclusa la fase sperimentale a fine 2016, la Centrale unica di committenza della Provincia di Monza e Brianza è entrata nel pieno dell’attività. Sono state 91 le gare d’appalto gestite sopra la soglia per un valore di 164milioni e 498mila euro, con incremento pari al 429 per cento rispetto al periodo pilota.

Il presidente Roberto Invernizzi

“Semplificare, risparmiare e razionalizzare. Queste le parole chiave che hanno ispirato la mission della Cuc. Era una scommessa ma siamo riusciti a dare un servizio qualificato. Aiutiamo soprattutto i Comuni più piccoli che possono liberare risorse e personale per altre attività”.

Curiosità

In particolare gli appalti affidati alla Cuc riguardano ristorazione scolastica, assicurazioni, trasporto scolastico, manutenzione verde, centri diurni per disabili e anziani. Ma anche servizi cimiteriali, manutenzione strae e scuole.

Il fabbisogno 2018

Per semplificare e digitalizzare i processi, la Cuc ha aderito alla procedura promossa da Arca Lombardia per compilare direttamente online il Piano del fabbisogno. Si userà, dunque, un modulo Budget nella piattaforma Sintel.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia