Cronaca

Giochi fatiscenti e sporcizia: i giardini pubblici allo sbando

Aree malandate in tutta la città, dai due giardinetti di San Fruttuoso, fino al prato della Cascina del Sole

Giochi fatiscenti e sporcizia: i giardini pubblici allo sbando
Cronaca Monza, 27 Ottobre 2017 ore 14:35

Giochi rotti e malandati, manutenzione che lascia a desiderare e rifiuti di vario genere abbandonati tra i cespugli. E’ la fotografia di tanti parchi giochi cittadini, molti dei quali ridotti a veri e propri monumenti al degrado.
Perché se da un lato è vero ci sono esempi di giardinetti curati (come quello di via Puglia, rimesso a nuovo di recente), è altrettanto vero che molti mostrano invece tutti i segni del tempo e dell’incuria.

Il gioco pericolante nel prato di fianco alla Cascina del Sole, nel Parco

I giardini di via Marelli

Ne è un esempio il giardinetto di via Marelli, a San Fruttuoso dove il cancello è rotto da tempo, i giochi per i bimbi erano stati rimossi anni fa ma non sono più stati riposizionati e, soprattutto, di notte c’è un via vai di persone che preoccupa i residenti.

Complice probabilmente la posizione periferica, l'area versa in uno stato di trascuratezza tale da far sì che le mamme coi bambini evitino ormai di metterci piede. A sollecitare l'Amministrazione a intervenire è Giuseppe Fabiani, residente del quartiere che da anni si impegna affinché la zona non venga abbandonata a se stessa.

Il cancello rotto da tempo

Via Marelli, a San Fruttuoso

«La porta del cancello si è rotta il mese scorso e, ad oggi, è ancora appoggiata per terra - ha spiegato - Se prima veniva chiuso la notte, ora il giardinetto viene utilizzato come luogo di bivacco. Soprattutto in estate, si sentono urla e schiamazzi, per non parlare dei rifiuti che gli utenti più maleducati abbandonano per terra».

Un altro problema è rappresentato dalla totale assenza di giochi per bambini. «Anni fa erano tante le mamme e i nonni che portavano qui i figli. Poi però hanno rimosso i giochi. Avrebbe dovuto essere una cosa temporanea, ma di fatto, non sono più stati riposizionati. Col risultato che nessuno viene più qui a giocare».

La manutenzione del verde, inoltre, lascia a desiderare. «L'erba è appena stata tagliata, ma le piante ormai crescono a dismisura. Questo crea delle zone nascoste che favoriscono il degrado». Se il giardinetto non gode di ottima salute, anche le strade circostanti, tra segnaletica orizzontale sbiadita e buche, non sono da meno.

Altalene rotte e strutture pericolanti

L'altalena di parco Varisco

Rimanendo a San Fruttuoso, anche parco Varisco, il giardinetto che si trova proprio davanti alla scuola elementare «Alfieri» e che, a differenza dell’altro è frequentatissimo, presenta diverse problematiche che coinvolgono soprattutto le attrezzature ludiche. Così come fuori uso è l’altalena del giardinetto di via Manara, a San Biagio.

Ma l’elenco dei giochi che necessiterebbero di un bel restyling è lungo. Da quelli di Sant’Albino a quelli della Cascina del Sole, all’interno del Parco dove una struttura è addirittura pericolante.

A Cederna, in via Deledda-Collodi, dalle segnalazioni dei residenti che prendono parte al controllo di vicinato, è emerso come la siepe venga utilizzata come fosse un bagno pubblico, sia dagli adulti che dai bambini. Nell’area verde di via Giacosa, invece, le luci e le panchine sono rotte da tempo.

Seguici sui nostri canali
Necrologie