Giussano, ammaraggio con l’ultraleggero: il racconto del miracolato

E' ancora sotto choc Fabrizio Longoni, 59 anni, ma sta bene

Giussano, ammaraggio  con l’ultraleggero: il racconto del miracolato
Caratese, 12 Febbraio 2019 ore 08:34

Giussano, ammaraggio con l’ultraleggero: il racconto del miracolato.

salvataggio nel lago

Momenti drammatici per il pilota giussanese

Giussano, ammaraggio con l’ultraleggero: il racconto del miracolato. E’ ancora sotto choc e provato dalla spaventosa esperienza, Fabrizio Longoni, 59 anni, residente a Robbiano, dopo il drammatico ammaraggio che l’ha visto protagonista sabato mattina, di fronte alle rive di Olcio, nel Lecchese. A bordo di un ultraleggero anfibio biposto, è finito nel lago, inabissandosi.
Non è ancora del tutto chiaro che cosa sia successo – forse una manovra sbagliata o un guasto – sta di fatto che il velivolo si è capottato dentro il lago e in pochi minuti è finito sott’acqua.
«Sono ancora sotto choc, ma per fortuna è andato tutto bene –  racconta  – ora dovrò solo riposare e recuperare. Sono rimasto sott’acqua per circa mezz’ora e sono andato in ipotermia, ma sto bene».

IL SERVIZIO COMPLETO IN EDICOLA SUL GIORNALE DI CARATE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia