Triste epilogo

Giussano: il barbagianni che vagava da giorni è stato recuperato… ma non ce l’ha fatta

Si è spento questa mattina. Parla l'appassionata che lo ha salvato.

Giussano: il barbagianni che vagava da giorni è stato recuperato… ma non ce l’ha fatta
Caratese, 22 Luglio 2020 ore 17:05

Giussano: il barbagianni che vagava da giorni è stato recuperato… ma non ce l’ha fatta. Si è spento questa mattina. Parla l’appassionata che lo ha salvato.

Giussano: il barbagianni che vagava da giorni è stato recuperato… ma non ce l’ha fatta

Fino all’ultimo si è sperato di poterlo salvare ma, purtroppo, così non è stato. Da oltre 20 giorni un barbagianni si aggirava per la città di Giussano e molte sono state le segnalazioni dei cittadini che hanno avvistati il volatile nei luoghi più disparati, e inconsueti potremmo aggiungere. L’animale infatti è stato visto spesso sui balconi, nei giardini. Addirittura in diverse occasioni si è fatto avvicinare dall’uomo… qualcuno è riuscito anche a farlo salire sul proprio braccio e a dargli da mangiare.

Il barbagianni non aveva alcuna paura delle persone

Di certo non un comportamento abituale per un animale selvatico. Il bellissimo esemplare infatti non ha mai mostrato paura per l’uomo, segno che sicuramente non si tratta di un uccello cresciuto in libertà.

Ieri sera l’ultimo avvistamento, sempre a Giussano, e l’intervento tempestivo di una grande appassionata, Giusy Hawk di Merone, che da alcuni giorni stava seguendo con preoccupazione la vicenda.

E’ stata lei a recuperarlo nella tarda serata di ieri, martedì, presso una famiglia di Giussano, a portarlo a casa e poi ad affidarlo alle cure del veterinario. Che, purtroppo, a nulla sono servite. Il rapace si è spento questa mattina, probabilmente a causa del troppo tempo trascorso senza cibo o con un’alimentazione inadeguata alle sue esigenze.

Un triste epilogo per una vicenda che ormai conoscevano tutti a Giussano: gli avvistamenti e le foto di questo bellissimo esemplare sono circolati per giorni prima di arrivare al recupero, in extremis, che purtroppo non è servito ad evitare il peggio.

“Mi spiace davvero tanto – ci ha raccontato Giusy Hawk dei Falconieri dei Feudo – ho fatto il possibile per salvarlo. Sono la mia più grande passione, che coltivo ormai da più di 10 anni insieme alla mia famiglia. Animali speciali, con bisogni speciali. Non è semplice prendersene cura e sicuramente questo barbagianni ha trascorso gli ultimi giorni senza cibo o alimentandosi in modo sbagliato. Era sicuramente un esemplare cresciuto con l’uomo. Peccato non sapremo mai con chi, visto che non aveva né il chip né l’anello che avrebbero permesso di risalire al proprietario”.

Giusy e il marito Giovanni con alcuni dei loro rapaci
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia