Il Gso Lesmo vince il memorial “Vittorio Colombo”

Prima della finale del memorial Vittorio Colombo è stata anche inaugurata la 39esima edizione della Primavera Peregallese

Il Gso Lesmo vince il memorial “Vittorio Colombo”
07 Maggio 2017 ore 22:21

Atleti e dirigenti in festa, proprio come avrebbe voluto “Vito”, che è riuscito a radunare ancora una volta i “suoi” ragazzi. Si è svolto oggi pomeriggio, domenica, all’oratorio di Peregallo di Lesmo, il memorial “Vittorio Colombo”, quadrangolare di calcio a sette che ha visto la vittoria del Gso Lesmo che si è imposto sulla squadra “Vittorio”, creata ad hoc da tanti ex giocatori che hanno avuto la fortuna di avere Colombo come dirigente e allenatore.

Anche quest’anno la moglie Alice, insieme ai figli Luca e Simone e al gruppo sportivo Raselp Peregallo, hanno voluto ricordare il vicepresidente, scomparso nel luglio del 2013, all’età di 62anni, stroncato da un infarto.

Il suo ricordo

Vittorio Colombo, volto noto negli ambienti oratoriani lesmesi,  ha dedicato tutta la sua vita al volontariato attivo in parrocchia.

Per oltre vent’anni è stato presidente dell’associazione oratoriana «Gernosport» di Gerno e tuttofare dell’oratorio San Carlo.

Poi, per problemi di salute, ha deciso di abbandonare il gruppo e, nel 2011, si è avvicinato al gruppo sportivo «Raselp» di Peregallo, diventandone nel settembre del 2012 vicepresidente a seguito della prematura scomparsa di Giovanni Villa, 54enne ex dirigente del sodalizio peregallese, annegato, nel maggio del 2011, nelle acque di Formentera.

Alla Raselp ricopriva anche l’incarico di dirigente della squadra di calcio a 7 nella quale giocava anche il figlio Simone ed era un grande sportivo, tifosissimo del Milan.

“E’ stata una grande giornata di sport ma, soprattutto, il modo migliore per ricordare il nostro grande Vittorio – ha commentato il presidente Raselp Angelo Viganò – Ancora oggi sentiamo la sua mancanza, ma siamo sicuri che pomeriggio avrà sorriso, dal cielo, nel vedere così tante persone che si divertivano a rincorrere un pallone, proprio come amava fare lui”.

11 foto Sfoglia la gallery

Il ricordo dei “suoi” giocatori

Tante le parole di affetto e stima che i suoi  ragazzi gli hanno  voluto dedicare. In primis quelle dello storico portiere Massimiliano Testi, che ha voluto ricordare Vittorio con queste parole, pubblicate sul suo profilo Facebook. “Ciao Vito, solo tu potevi riunirci tutti insieme. Il primo posto ci è scappato, ma stasera, come non mai, l’importante era esserci e, come hai potuto vedere, c’eravamo proprio tutti. Grazie ragazzi, ciao Vito. Spero che anche il secondo posto ti possa aver reso felice. Ci manchi.

La dedica speciale a Vito da parte del Gso Lesmo

Anche i giocatori del Gso Lesmo hanno voluto dedicare la coppa, vinta sul campo, allo storico dirigente.

“Abbiamo dovuto attendere fino a maggio, ma finalmente con la vittoria al “Memorial Vittorio Colombo” è arrivato il primo trofeo stagionale – ha scritto Fabio Beretta sul suo profilo Facebook a nome della sua squadra – Alzala al cielo capitano, perché oggi essere di Lesmo conta di più! Ciao Vitto, sappiamo che sei sempre con noi, questa è per te”.

Inaugurata anche la Primavera Peregallese

Prima della finale per il primo e secondo posto del Memorial Colombo c’è stato anche il tempo per inaugurare ufficialmene la 39esima edizione della Primavera Peregallese. Quest’anno gli organizzatori della kermesse hanno deciso di affidare ad Alice, la moglie di Vittorio, il compito di accendere il tripode, mentre i figli Luca e Simone hanno effettuato l’alzabandiera sulle note dell’inno di Mameli.

Rodrigo Ferrario