Cronaca

Stazione ancora nei guai, 23enne ubriaco insulta i passanti

La stazione di Monza ancora sotto i riflettori. Dopo l'aggressione di domenica scorsa, ancora guai in via Arosio

Stazione ancora nei guai, 23enne ubriaco insulta i passanti
Cronaca 12 Aprile 2017 ore 11:38

La stazione di Monza ancora sotto i riflettori. Dopo la violenta aggressione avvenuta domenica scorsa (Leggi qui la notizia e guarda la fotogallery), un altra vicenda in via Arosio.

Il fatto

Un marocchino 23enne ubriaco, martedì 11 aprile, ha infastidito i pendolari di passaggio in via Arosio. Tanto che qualcuno ha chiamato la Polizia. Sul posto, gli agenti di una volante del Commissariato hanno neutralizzato il giovane, per poi accompagnarlo in ufficio per l'identificazione. Ma il marocchino ha opposto resistenza, insultando e spintonando gli agenti. E' stato denunciato per violenza a pubblico ufficiale, oltre che sanzionato per ubriachezza molesta.

Cenni sulla stazione

La stazione di Monza fu inaugurata nel 1840 come capolinea della linea proveniente da Milano. Quella fu la prima ferrovia realizzata in Lombardia e la seconda in Italia, dopo la Napoli–Portici. Il 17 agosto 1840 la stazione fu inaugurata. La locomotiva "Lombardia" e il suo convoglio di tre vagoni su cui viaggiavano le autorità percorse i 12,8 km in soli 19 minuti. La costruzione della linea ferroviaria fu un vero avvenimento e nei primi mesi i passeggeri giornalieri furono in media 1750 diventando meta per le gite domenicali. Fra il 1892 e il 1958 La stazione fungeva da capolinea della tranvia Monza-Trezzo-Bergamo.

Necrologie