Cronaca
Monza

I parkinsoniani piangono la loro paladina Marisa Boati

Boati è stata da sempre la guida della sezione monzese del sodalizio.

I parkinsoniani piangono la loro paladina Marisa Boati
Cronaca Monza, 24 Settembre 2021 ore 11:04

Ora il Parkinson ha un nemico in meno. Nei giorni scorsi, infatti, è spirata, a 94 anni, Marisa Boati, vice presidente e cofondatrice dell’Associazione italiana parkinsoniani.

Il cuore dell'associazione

"Marisa era il cuore dell’associazione - ha ricordato il professor Gianni Pezzoli che con Boati aveva fondato l’associazione negli anni ‘90 - L’avevo conosciuta trent’anni fa. Per il sodalizio eravamo stati ispirati dall’American parkinson association». Un sodalizio con finalità diverse dalla versione italiana dal momento che negli Stati Uniti serve per aiutare i malati ad affrontare le spese mentre in Italia dove la sanità pubblica è più presente l’associazione si occupa di aiutare a fornire tutte quelle cure complementari (fisioterapia, logopedia ecc), che sono utili ai malati".

Ambrogino d'oro

Insieme al professor Pezzoli, in qualità di vice presidente dell’associazione, Marisa Boati aveva avuto anche l’onore di ritirare l’Ambrogino d’Oro e si era dedicata all’associazione per molti anni.
"Nonostante l’età si può dire che aveva lavorato nell’associazione fino a poche settimane prima della morte - ha osservato - Che è stato un evento in un certo senso imprevisto».

Necrologie