Prima di tre giornate

I sindacati chiedono un “Patto per la salute”

Anche dalla Brianza manifesteranno domani mattina davanti al Pirelllone.

I sindacati chiedono un “Patto per la salute”
Monza, 15 Giugno 2020 ore 16:14
I sindacati chiedono un “Patto per la salute”. Anche dalla Brianza manifesteranno domani mattina davanti al Pirelllone.

I sindacati chiedono un “Patto per la salute”

A giudizio di Cgili, Cisl e Uil “L’emergenza sanitaria di questi ultimi mesi ha messo in luce tutte le carenze della sanità lombarda e l’esigenza di più sanità pubblica, di più medicina del territorio e di maggiore tutela per i lavoratori del sistema sanitario e sociosanitario. La gestione istituzionale è stata per molti aspetti cruciali manchevole, sbagliata e tardiva. Se il sistema ha retto lo si deve solo all’impegno e alla dedizione di tutti i lavoratori del settore”.

Per questa e per altre ragioni i sindacati confederali hanno promosso tre giorni di presidio davanti al Pirellone, ai quali parteciperanno sindacalisti anche da Monza e dalla Brianza. Il primo presidio è in programma domani, martedì 16 giugno.

“Cgil, Cisl e Uil Lombardia, con le Federazioni che rappresentano i pensionati e tutti i lavoratori che a diverso titolo operano nel sistema sanitario e sociosanitario – è rimarcato in un comunicato –  ritengono che per riavvicinare il Servizio sanitario regionale al bisogno di salute dei cittadini sia necessario un confronto serio e un nuovo “Patto per la salute”, che rilanci la sanità pubblica e la medicina del territorio.

Di qui la mobilitazione regionale articolata su tre giornate “assumendo fino in fondo le doverose limitazioni precauzionali di rispetto del distanziamento e di non assembramento delle persone, si svolgeranno tre presidi, ognuno dei quali su un tema specifico,  sotto Palazzo Lombardia.

Il programma della tre gioni

Martedì 16 giugno ore 9.30 – 12.00

“Le Rsa non sono ospedali. Testimoni di una strage: 6000 vittime tra gli anziani”

Venerdì 19 giugno ore 9.30 – 12.00

“Obiettivi primari: sorveglianza epidemiologica, medicina di territorio e continuità

assistenziale. Ripartiamo dai Distretti”

Martedì 23 giugno ore 9.30 – 12.00

“Ripensare l’ospedale per il futuro della sanità lombarda”

“I presidi saranno l’occasione per denunciare ciò che non ha funzionato, rilanciare le nostre proposte e dare voce a chi ha vissuto la drammaticità dell’emergenza sanitaria”.

Al termine del percorso, le proposte di Cgil, Cisl e Uil Lombardia e delle Federazioni che rappresentano i pensionati e tutti i lavoratori del settore sanitario e sociosanitario, diventeranno il  Manifesto del sindacato lombardo “Più sanità pubblica, più medicina di territorio, tutelando il lavoro nel sistema sanitario e sociosanitario”, sul quale chiederanno l’apertura di un tavolo permanente di confronto con la Presidenza di Regione Lombardia, e che verrà indirizzato anche  al Consiglio regionale e alle Autorità sanitarie.

TORNA ALLA HOME PAGE

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia