Il Centro diurno integrato della Fondazione Besana apre anche alla domenica

La Rsa di Meda amplia i suoi servizi e introduce la figura della psicologa.

Il Centro diurno integrato della Fondazione Besana apre anche alla domenica
Seregnese, 16 Giugno 2018 ore 15:19

A un anno dal taglio del nastro, il Centro diurno integrato della «Fondazione Besana» di Meda amplia i suoi servizi e apre anche alla domenica. Il progetto verrà avviato in modo sperimentale per sei mesi a partire da luglio, sperando nel sostegno della Fondazione della Comunità di Monza Brianza.

La Fondazione Besana amplia i suoi servizi

«Abbiamo deciso di offrire questa possibilità in più su richiesta dei famigliari delle persone che frequentano il Centro, che al momento ospita più di trenta anziani affetti da patologie degenerative – spiegano Bianca Fumagalli ed Eriberto Motta, rispettivamente presidente e direttore della Fondazione Besana – Per ora saremo impegnati per sei mesi, ma essendo un progetto costoso abbiamo partecipato al bando riservato all’assistenza sociale indetto dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza, sperando che venga valutato positivamente e quindi sostenuto». I risultati si sapranno entro il 25 luglio, ma indipendentemente dall’esito la Fondazione avvierà l’iniziativa.

Verrà introdotta la figura della psicologa

L’apertura domenicale, però, non deve essere considerata un «parcheggio», anzi si inserisce in un percorso finalizzato a sostenere il ciclo vitale di una famiglia che deve affrontare una situazione di fragilità. Proprio per questo al medico, all’infermiera, alla fisioterapista, all’animatrice e agli operatori socio sanitari, si aggiungerà la figura della psicologa Roberta Mariani, che spiega: «Organizzeremo incontri per anziani e famiglie, parlando anche dell’inversione dei ruoli, del senso di colpa dei famigliari e intervenendo a favore della prevenzione, del contenimento e del miglioramento delle problematiche emotive e relazionali degli ospiti e dei famigliari». In particolare si cercherà di promuovere una cultura della «scelta consapevole» che faciliti i passaggi della cura dell’anziano dal domicilio al Centro diurno e che, appunto, “liberi tutti” dai vissuti ambivalenti che accompagnano questo passaggio». Proprio «Liberi tutti» è il nome del progetto, che verrà presentato alla cittadinanza venerdì 22 giugno alle 20.30 nella sede della Fondazione Besana (vicolo Rho 4/6).

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia