Emergenza Coronavirus

Il Comune di Concorezzo contro i “furbetti” dei buoni spesa

L'Amministrazione avrebbe ricevuto doppie domande per lo stesso nucleo famigliare.

Il Comune di Concorezzo contro i “furbetti” dei buoni spesa
Vimercatese, 17 Aprile 2020 ore 16:19

Il Comune di Concorezzo contro i “furbetti” dei buoni spesa, istituiti per affrontare l’emergenza coronavirus. L’Amministrazione avrebbe ricevuto domande doppie da parte degli stessi nuclei famigliari.

La denuncia del sindaco Capitanio

A denunciare l’accaduto è stato il sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio attraverso un durissimo comunicato stampa diramato pochi minuti fa.

“Qualcuno non pensi che questa Amministrazione Comunale, che reputo attenta e “aperta” ai bisogni di tutti, sia una amministrazione “leggera” – scrive il borgomastro – Anzi. Qualcuno si sarebbe permesso di presentare doppie domande per i buoni spesa per lo stesso nucleo familiare pur conscio di quanto scriveva nell’autocertificazione e dei reati associati al falso. Stiamo chiudendo le verifiche e se tutto sarà confermato, lunedì partirà la denuncia. Nel caso è ovvio che anche l’atteggiamento dei servizi sociali cambierebbe molto nei confronti di quei nuclei familiari che pensano di essere “più furbi” e non hanno scrupoli nel sottrarre risorse destinate ad altre famiglie in difficoltà”.

I “furbetti” sono avvisati. Il Comune di Concorezzo è pronto a dare battaglia.

La replica di Francesco Facciuto, capogruppo de “La Rondine”

Pochi minuti dopo la denuncia del sindaco Capitanio, il capogruppo della lista civica di minoranza “La Rondine” Francesco Facciuto ha voluto replicare al comunicato del borgomastro.

“Caro Sindaco, i controlli e le denunce si fanno, non si sbandierano – scrive Facciuto – Se qualcuno ha sbagliato nel compilare un modulo per ottenere un aiuto economico, si fanno le verifiche del caso e si agisce di conseguenza. Se qualcuno lo ha fatto in cattiva fede, togliendo le risorse a chi ne ha più bisogno, ci si rivolge alle autorità competenti, senza esitazione. I post sui social, fatti per ottenere qualche like, fanno solo alzare la tensione e irrobustire la rabbia, in un momento in cui i nervi sono già a fior di pelle. I cittadini sapranno misurare l’intransigenza e il rigore di questa amministrazione sui temi che contano, non preoccuparti. Buon lavoro”.

TORNA ALLA HOMEPAGE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia