Cronaca
Monza

Il Comune vieta i botti per Capodanno, la Polizia sequestra fuochi "abusivi"

Controlli intensificati in vista della notte di San Silvestro

Il Comune vieta i botti per Capodanno, la Polizia sequestra fuochi "abusivi"
Cronaca Monza, 30 Dicembre 2022 ore 08:25

Botti vietati a Capodanno. Lo ha ribadito il sindaco di Monza Paolo Pilotto sulla scia di quanto già deciso gli scorsi anni dall'Amministrazione che lo ha preceduto. E la Polizia di Stato intensifica i controlli, sequestrando fuochi d'artificio abusivi.

Niente botti a Capodanno

Alla vigilia di Capodanno il Comune di Monza ha voluto ricordare come il Regolamento di Polizia Urbana in vigore dal 2019 abbia introdotto il divieto permanente di utilizzo dei materiali pirotecnici. Un divieto che negli scorsi anni non sempre è stato rispettato.

Il regolamento

In particolare vige il divieto di “far scoppiare mortaretti, prodotti esplodenti ed artifici pirotecnici ad effetto di scoppio, anche se di libera vendita” nelle aree monumentali e del centro storico, in prossimità di parchi e giardini, di ospedali ed istituti di cura e di tutte le zone ove vigono i principi di fruibilità degli spazi pubblici e del decoro urbano.

L'appello di sindaco e assessore

Per la notte di San Silvestro il Comando di Polizia Locale ha potenziato gli agenti in servizio nelle pattuglie esterne, per un maggiore presidio del territorio.

"Invitiamo i cittadini a evitare di scoppiare botti e petardi i quali, oltre a rappresentare un’inutile fonte di pericolo, sono causa di disagi traumatici anche per gli animali domestici”. Questo l’invito rivolto ai monzesi dal Sindaco Paolo Pilotto e dall’assessore alla Sicurezza Ambrogio Moccia.

I controlli della Polizia

Intanto la Polizia di Stato, insieme ai colleghi della Polizia Locale, ha intensificato i monitoraggi.

Gli scorsi giorni hanno controllato sette esercizi commerciali della città. In una delle attività commerciali hanno sequestrato fuochi pirotecnici della tipologia Batteria di tubi di lancio, in quanto messi in vendita senza licenza dell’autorità competente.

Trovati fuochi "abusivi"

Il titolare dell’attività dovrà rispondere di commercio abusivo di materiale esplodente e detenzione in luogo non idoneo di materiale pirotecnico.
Quanto sequestrato è stato affidato a ditta autorizzata alla custodia di materiali pirici e fuochi artificiali.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie