Carate Brianza

Il Consiglio di frazione ha vinto: Agliate mette al bando i camion

Da settembre cartelli potenziati e limiti di velocità: accolte dalla Provincia le istanze del parlamentino. Il presidente Andrea Cereda: «Coronato un lavoro lungo anni»

Il Consiglio di frazione ha vinto: Agliate mette al bando i camion
Caratese, 05 Agosto 2020 ore 09:51

Il Consiglio di frazione ha vinto: la frazione di Agliate a Carate Brianza mette al bando i camion.

Agliate, da settembre nuovi cartelli di divieto ai mezzi pesanti

Da settembre i mezzi pesanti non attraverseranno più il centro di Agliate, grazie alla nuova cartellonistica di divieto che verrà collocata in frazione.
Un accordo importante che sulla carta mette fine ad un annoso problema per la frazione è stato raggiunto durante un tavolo tecnico istituzionale ed illustrato giovedì scorso nel Consiglio di frazione. Il presidente, Andrea Cereda, ha dato conto dell’accordo raggiunto tra i Comuni di Carate, Briosco, la Provincia di Monza e Brianza e il Consiglio di frazione.
«Il divieto di transito ai mezzi pesanti sarebbe già vigente ma spesso i tir attraversano le vie Montenero e Cavour bloccando di fatto la circolazione e danneggiando gli edifici che lambiscono nel passaggio» ha premesso il presidente del Consiglio di frazione di Agliate.
«La cartellonistica già esiste ma è insufficiente. Ne verrà posata di nuova prevedendo due percorsi alternativi: i mezzi pesanti (oltre i 35 quintali) provenienti da Briosco verranno deviati sulla Ss36 e non percorreranno più la frazione. I camion diretti alla ditta Lamplast di Verano Brianza, invece, dovranno percorrere via Milite Ignoto a Carate evitando il centro della nostra frazione» ha spiegato nel dettaglio Cereda.
Unica deroga prevista quella per i mezzi di Autoguidovie, che non modificheranno il loro tragitto nonostante l’attuale impossibilità dell’azienda di trasporto a prevedere l’utilizzo di mezzi più piccoli che faciliterebbero la circolazione.
Altro punto importante dell’accordo l’estensione del limite di velocità, altro punto dolente della zona per i veicoli che scendono da Briosco su un tracciato pericoloso anzitutto per la sicurezza dei pedoni. «Abbiamo chiesto ed ottenuto l’estensione del limite di velocità di 30 chilometri orari: oggi vige in via Cavour a partire dal ponte della Rovella, abbiamo ottenuto che venga esteso fino alla via Montenero fin oltre l’innesto con via Monte Baldo molto critico in termini di sicurezza», ha scandito Cereda.

Il Consiglio di frazione di Agliate
Il Consiglio di frazione di Agliate

Il presidente: Un grande risultato

Che ha infine espresso soddisfazione per un risultato che corona anni di attività portati avanti dal Consiglio di frazione. «Si tratta di un grande risultato ottenuto dal nostro Consiglio, che ringrazio per aver portato avanti le istanze della popolazione. Siamo soddisfatti sia stato riconosciuto il nostro lavoro, il tavolo di lavoro ha vagliato e poi accettato le nostre proposte» ha concluso il presidente Cereda.

TORNA ALLA HOME.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia