lutto a Biassono

Il Covid stronca il presidente onorario della Croce bianca

Giancarlo Carrer era una colonna per il sodalizio, il coronavirus si è portato via anche Gabriele Aliprandi, fondatore del Moto Club Biassono

Il Covid stronca il presidente onorario della Croce bianca
Caratese, 09 Novembre 2020 ore 20:59

Il Covid ha stroncato il presidente onorario della Croce Bianca di Biassono, Giancarlo Carrer.

Stroncato il presidente della Croce Bianca

Non ce l’ha fatta Giancarlo Carrer, presidente onorario della Croce Bianca di Biassono, vittima del Covid-19.
Dopo ore di angoscia sulle sue condizioni di salute, lunedì a mezzogiorno la tragica notizia della sua scomparsa. Sabato scorso Carrer ha avuto una crisi respiratoria ed è stato trasportato all’ospedale San Gerardo di Monza dove è stato ricoverato in gravissime condizioni. I famigliari, la moglie Angela e il figlio Federico, e i tanti amici e conoscenti non hanno mai perso le speranze anche se la sua vita è sempre stata appesa a un filo. In questi mesi di emergenza sanitaria Carrer, 67 anni, ha dedicato tantissimo del suo tempo agli altri, la Croce Bianca è sempre stata la sua seconda casa e una seconda famiglia. Con dipendenti e soccorritori ha condiviso la paura e la preoccupazione per questo virus pur spronando i suoi volontari a non mollare mai. Non c’è giorno, notte, sabato o festivi che Carrer non abbia passato nella sede di via Mazzini.

Il ricordo del sindaco

“La scomparsa del nostro cittadino Carrer è una notizia che mi sconvolge e rattrista, mai avrei voluto sentire una notizia simile, in particolare modo in un momento dove la comunità biassonese si trova oggi, come tutta Italia, ad affrontare la grave emergenza sanitaria derivante dal Covid-19 – il ricordo del sindaco Luciano Casiraghi – Un cittadino esemplare per tutti noi, con alto senso civico, sempre disponibile ad aiutare il prossimo, lo dimostra soprattutto la sua grande volontà e determinazione per portare a Biassono la crescita di una Croce Bianca che oggi svolge innumerevoli servizi sul nostro territorio e non solo. Una persona determinata e tenace, che anche in queste settimane in cui l’emergenza è tornata a far paura tra noi, non si è tirata indietro, perché Giancarlo la sua Croce Bianca non voleva abbandonarla, soprattutto oggi che sta affrontando uno dei momenti più difficili dalla sua nascita a seguito di questa pandemia che mette ogni giorno alla prova i volontari del settore sanitario. Un cittadino da cui noi tutti biassonesi dobbiamo prendere esempio per il futuro della nostra comunità, perché Giancarlo ha aiutato a credere nella realizzazione di progetti sul territorio e non solo, che potevano sembrare impossibili, ma che oggi, una volta realizzati, ci devono rendere orgogliosi di essere cittadini biassonesi. E’ doloroso pensare che non vedremo più tra noi Giancarlo, la sua è innegabilmente una perdita enorme per tutti noi cittadini, per i suoi cari, per i suoi conoscenti, per la Croce Bianca di Biassono, ma in suo ricordo, dobbiamo guardare al futuro del volontariato biassonese come sempre lui ci ha insegnato: aiutando il prossimo e mettendosi a disposizione della nostra comunità fatta di grandi uomini e donne che ogni giorno si impegnano a rendere Biassono sempre più un paese di riferimento brianzolo per le sue opere di volontariato verso la cittadinanza. Commosso dall’accaduto, in questo giorno triste, da sindaco, insieme a tutta l’Amministrazione comunale, porgo le più sentite condoglianze alla sua famiglia, alla moglie Angela e al figlio Federico”.

I ricordi degli amici

«Non ci sono o non si trovano parole in queste situazioni. Con il Gianca, la Croce Bianca Milano e la nostra sezione in particolare perdono un esempio di persona disponibile, leale e competente» il ricordo di Paolo Motta.
«Ciao Giancarlo, ne avevi superate tante ma questo virus sembra essere più forte di tutto e tutti e non ha risparmiato neppure te. Impazzisco al pensiero che non ci rivedremo più. Mancherai a tutti» il pensiero del consigliere comunale Giordano Arosio. I funerali di Giancarlo saranno celebrati giovedì alle 10.30 in chiesa parrocchiale a Biassono.

Un altro presidente morto di Covid-19

Venerdì il virus ha stroncato un altro presidente onorario, Gabriele Aliprandi, 72 anni, di Macherio, fondatore del “Moto Club Biassono Maurizio Pirovano”. I funerali saranno celebrati domani mattina (mercoledì 11 novembre) alle 15 nella chiesa parrocchiale di Macherio. L’assessore allo Sport, Paola Gregato, lo ricorda così: “Gabriele e adesso chi mi prende più in giro come facevi tu? Ti volevo bene, eri un caro amico, sempre pronto a scherzare ma serio, impegnato e sempre disponibile quando serviva. Con il “tuo” Moto Club abbiamo organizzato insieme gli ultimi Biassono Gp. Spontaneo, diretto nel dire le cose ma con un cuore grande così. Mi mancherai Gabri, mancherai a tutti i ragazzi del Moto Club a cui hai fatto da papà. Salutami il Piro, chissà quante ne combinerete adesso insieme lassù. E ogni tanto butta un occhio quaggiù”.

Macherio, Gabriele Aliprandi
Macherio, Gabriele Aliprandi

Il servizio completo è pubblicato sul Giornale di Carate in edicola da domani, martedì 10 novembre 2020 e sul numero successivo di martedì 17 novembre 2020.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia