Il futuro dell’ex bocciodromo inizia a prendere vita

L'ottagono abbandonato a San Damiano di Brugherio diventerà un centro dedicato alle persone con handicap.

Il futuro dell’ex bocciodromo inizia a prendere vita
24 Luglio 2019 ore 15:41

Il futuro dell’ex bocciodromo di San Damiano a Brugherio è iniziato mercoledì 24 luglio 2019. Ovvero quando le ruspe hanno incominciato a demolire alcune strutture esistenti per trasformare lo spazio nella nuova sede del “Brugo”, l’associazione cittadina che si occupa di handicap.

Il futuro dell’ex bocciodromo

L’edificio era abbandonato da decenni. “Ha una superficie di circa mille metri quadrati – ha spiegato il direttore del Brugo Alberto Mosca – Si svilupperà su due piani. Sarà diviso in due sezioni che costituiranno in centro diurno in grado di ospitare 65 utenti con handicap. Ci saranno gli uffici e uno spazio multifunzionale di circa cento metri quadrati che condivideremo con le realtà del territorio”.

La parrocchia

Un contributo alla realizzazione del nuovo servizio è arrivato dalla parrocchia, che un tempo aveva iniziato a trasformare l’ex bocciodromo in una chiesa. Un progetto abortito subito dopo la realizzazione della struttura della facciata.  “Sarà un servizio prezioso non solo per la città di Brugherio, ma anche per la comunità cristiana”, ha commentato il parroco, don Vittorino Zoia.

Un anno di cantiere

I lavori dovranno essere completati entro il mese di settembre del 2020. “Con il recupero dell’ex bocciodromo anche la piazza antistante (piazza Virgo Fidelis) dovrà essere riqualificata – ha aggiunto il sindaco Marco Troiano – Con gli indirizzi dati dall’Amministrazione questo diventerà il polo sociale di San Damiano, che si contrapporrà a quello culturale ed educativo”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia