La lettera

Il grido di un’artigiana: Governo, dove sei?

Le misure economiche varate dal Governo non hanno placato il suo timore per un futuro messo tragicamente in bilico dall'emergenza Coronavirus

Il grido di un’artigiana: Governo, dove sei?
Caratese, 19 Marzo 2020 ore 10:50

“Questo è un grido d’allarme”. Così inizia la lettera inviata al Giornale di Carate da un’artigiana. Le misure economiche varate dal Governo non hanno placato il suo timore per un futuro messo tragicamente in bilico dall’emergenza Coronavirus.

“Questo è un grido d’allarme”

Pubblichiamo si seguito il testo della sua lettera.

Sono Laura, con i miei tre fratelli abbiamo una piccola azienda di famiglia in Brianza, siamo alla seconda generazione, abbiamo festeggiato i 50 di attività, con 7 dipendenti nel campo della lavorazione di minuterie metalliche.
Recepisco come un fatto gravissimo quanto pronunciato dalla Presidente francese della BCE Christine Lagarde “NON SIAMO QUI PER CHIUDERE LO SPREAD” e quanto accaduto poi è sotto gli occhi di tutti, o meglio dentro il portafoglio vuoto di tanti; soprattutto dell’Italia e dei suoi Italiani.
Ringrazio di cuore il nostro presidente della Repubblica per il suo FORTE intervento; ma il Governo dov’è?? Non ha ben compreso che si vuole affossare l’economia ed in particolare il manifatturiero Italiano, processo che credo sia iniziato ben prima del Coronavirus. Qualche stato Europeo a mio avviso sembra che goda nel vedere il Nostro Paese in ginocchio e vuole approfittarsene per prendere quote di mercato che noi stiamo perdendo. Governo cosa stai facendo ? O meglio cosa potevi fare e non hai fatto ?

“Governo dove sei?”

L’artigianato Italiano produce il 90% del Pil, siamo una miriade di piccole e medie imprese che hanno reso grande l’Italia nel mondo, siamo la BASE su cui si è costruita la ricchezza del Nostro Paese.
Governo dove sei? Già la crisi economica iniziata da parecchio, la globalizzazione incontrollata senza regole precise e soprattutto valide per tutti i paese membri della UE , dove sei Governo?? Cosa credi che gli artigiani siano stupidi??? Ogni giorno alzano la saracinesca della propria azienda, consapevoli delle difficoltà, pieni di preoccupazione non solo per se stessi ma anche per i propri dipendenti, ogni giorni si mettono in discussione per capire se hanno fatto tutto il possibile per mantenere il vita la propria Azienda. Governo ma ti fai queste domande ??
Solo l’amore per il nostro lavoro ci dà la forza tutti i giorni di rimboccarci le maniche ed andare avanti, ma senza l’aiuto di un Governo attento, anche questa forza potrebbe scemare, perché l’artigiano non è stupido e potrebbe pensare un giorno di “traslocare”, come fanno le grandi aziende verso Paesi più propensi a favorire la crescita economica.
Governo dove sei?? Non riempirti la bocca di sole belle parole, perché l’artigiano non è stupido; e se domani tutti gli artigiani Italiani facessero sciopero cosa succederebbe all’economia Italiana?? Governo svegliati !!!!!

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia