Cronaca

Il monzese Davide in America per studiare il Cosmo

Lo scorso anno ha vinto una prestigiosa borsa di studio per la famosissima "Caltech"

Il monzese Davide in America per studiare il Cosmo
Cronaca Monza, 30 Ottobre 2017 ore 18:00

Il monzese Davide Gerosa, ex studente del "Frisi", oggi è membro del team dei professori Thorne e Barish, premiati insieme a Weiss con il Nobel per la rilevazione delle onde gravitazionali.

In America per studiare i segreti del Cosmo

Quando a settembre 2016 ha vinto la borsa di studio per il «California Institute of Tecnology» il 29enne Davide Gerosa ha solo pensato che finalmente avrebbe potuto conoscere meglio i segreti del cosmo.

Un diploma a pieni voti al liceo "Frisi", la laurea all'Università di Milano, per l'astrofisico monzese non c’è niente di meglio che ammirare estasiato la misteriosa corrispondenza fra le formule matematiche e quanto accade nelle galassie.

Una carriera tutta in salita

Grazie alle sue doti Davide si è ritrovato con orgoglio a fare il ricercatore alla "Caltech", all'interno del team dei professori Thorne e Barish, premiati insieme a Weiss con il Nobel per la rilevazione delle onde gravitazionali.

Il campo di studio dell’astrofisico monzese sono proprio i buchi neri e di conseguenza la scoperta dell’esistenza delle onde gravitazionali non può che avere suscitato in lui una certa commozione.

Sue una ventina di pubblicazioni

"Finora tutto quello che sapevamo era basato sull’osservazione della luce mentre ora è come avere a disposizione un altro “senso”, la gravità appunto, utile per comprendere meglio le leggi dell’universo" spiega Davide.

Teorie, queste, elencate nella valanga di studi che hanno poi fatto decidere l’Accademia di Svezia per il Nobel ai tre illustri professori, cui lo stesso monzese ha fornito un valido contributo con ben una ventina di pubblicazioni.

Il monzese Davide e la California

"Purtroppo in Italia, dopo l'università, c’è davvero poco spazio per chi voglia fare il ricercatore - ha sottolineato - Questo non toglie che un giorno, se ce ne fosse la possibilità, mi piacerebbe tornarci. Mi mancano molto le corse nel Parco di Monza".

L'articolo completo sull'edizione del Giornale di Monza in edicola martedì 31 ottobre

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie