L'accusa

Il padre è morto per Covid, la figlia denuncia il centro riabilitativo

"Ho constatato lacune nel protocollo di sicurezza". Ma la Ferb nega le accuse

Il padre è morto per Covid, la figlia denuncia il centro riabilitativo
Monza, 08 Agosto 2020 ore 10:47

Raffaella Carola Sciuga, avvocatessa di Lissone di 52 anni, ha sporto denuncia  contro la Ferb, il centro riabilitativo  ospitato all’interno dell’ospedale Uboldo di Cernusco sul Naviglio per la morte del padre.

Il padre è morto per Covid

Il padre, Filippo Giacomo, 90 anni,   di origine salentine, viveva con la moglie a Muggiò. Sostanzialmente era in discreta salute, secondo quanto ha riferito. Soffriva di una patologia respiratoria cronica che lo costringeva ad assumere ossigeno. Ma ormai da anni la situazione era stabile e non gli dava particolari problemi. Ma il 26 febbraio ha accusato un mancamento ed è stato portato al San Gerardo di Monza: dopo gli accertamenti è stato dimesso e i medici gli hanno prescritto un periodo di terapia riabilitativa, indicandogli il Ferb di Cernusco, come struttura di eccellenza. Il 26 marzo  era risultato negativo al tampone per il Covid, che ha invece poi contratto. E’ morto il 5 aprile, dopo un disperato ricovero a Vizzolo Predabissi. La donna accusa la struttura cernuschese di non avere adeguatamente protetto suo padre dal contagio.

La posizione dell’azienda

Da parte sua l’azienda respinge tutte le accuse, sottolineando di aver rispettato meticolosamente tutti i protocolli previsti dalla normativa

TORNA ALLA HOME PAGE 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia