Cronaca
Sicurezza

Il Prefetto convoca i sindaci dei comuni della Compagnia di Desio: reati in calo del 14 per cento

Si è tenuta la riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, Patrizia Palmisani: "I momenti di incontro e di confronto rappresentano occasioni preziose per le istituzioni"

Il Prefetto convoca i sindaci dei comuni della Compagnia di Desio: reati in calo del 14 per cento
Cronaca Desiano, 12 Ottobre 2022 ore 18:11

Il Prefetto convoca i sindaci della Brianza ovest. Ieri, martedì 11 ottobre, si è svolta a Desio una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, convocata dal Prefetto, Patrizia Palmisani, per promuovere, insieme al presidente della Provincia, Luca Santambrogio, e ai referenti provinciali delle Forze di polizia e dei Vigili del Fuoco, un confronto con i sindaci e i comandanti delle Polizie locali dei Comuni di Desio, Bovisio Masciago, Ceriano Laghetto, Cesano Maderno, Cogliate, Limbiate, Lissone, Muggiò, Nova Milanese e Varedo.

A Desio la riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica

Si è trattato il primo appuntamento di un programma di incontri con i rappresentanti delle Amministrazioni comunali, con l’obiettivo di promuovere un’analisi congiunta delle problematiche e dare la possibilità ai sindaci di sollevare questioni di interesse afferenti alla sicurezza, alla protezione civile, all’immigrazione e a tutti gli altri ambiti d’interesse della Prefettura. Nel corso della riunione sono stati anche presentati i dati consolidati sull’andamento della delittuosità nell’area  della Provincia di Monza e della Brianza riferiti all’anno 2021, nel corso del quale è stato confermato il trend in diminuzione registrato negli ultimi anni, in linea con il dato provinciale.

I reati nel 2021 sono diminuiti

La riduzione del 2021 ha avuto tuttavia un’intensità minore rispetto al calo registrato nel 2020 e fortemente influenzato dalle misure straordinarie connesse al lungo periodo di lockdown dovuto al Covid. Muovendo da tale considerazione, il dato 2021 è stato confrontato anche con quello dell’anno 2019, allo scopo di analizzare due periodi caratterizzati da dinamiche analoghe. Nel territorio della Compagnia di Desio nel corso del triennio si è registrata una riduzione del 14,1 per cento del numero totale dei reati, passati dai 7.980 del 2019 ai 6.850 del 2021.

Meno furti e rapine

Tale tendenza ha interessato in particolare i reati contro il patrimonio (-19,8 per cento), con una contrazione importante dei furti (-28,6 per cento) e delle rapine (-38,7 per cento). Per  quel che riguarda i dati delle violenze sessuali (17 nel 2021, a fronte dei 15 casi nel 2019) si è registrato un +13,3 per cento e i maltrattamenti in famiglia (58 nel 2021, a fronte dei 56 casi nel 20199  un +3,5 per cento.  "Dati che impongono senza dubbio di rivolgere la massima attenzione al fenomeno sia sul piano preventivo che repressivo  - ha  affermato il Prefetto - ma consente di rilevare anche una positiva tendenza all’aumento delle denunce da parte delle vittime, alla quale ha contribuito la nuova procedura del ‘codice rosso’ introdotta nel 2019".

Aumentano le frodi informatiche e i reati per droga

Una maggiore tendenza a denunciare spiega anche, secondo la Prefettura, la crescita del numero delle truffe e delle frodi anche informatiche, che hanno fatto registrare un aumento del 17,9 per cento. Nel corso dell'appuntamento è stata rilevata l’importanza che, accanto all’attività di prevenzione e repressione curata dalle Forze di polizia, vengano promosse anche iniziative di sensibilizzazione ai rischi rivolte in particolare ai cittadini anziani, con il coinvolgimento dei familiari.
C'è stato invece un incremento dei reati in materia di stupefacenti, passati da 72 nel 2019 a 91 nel 2021 (+26,3%). Secondo il Prefetto la percentuale "può essere ricondotta all’importante aumento delle attività di controllo del territorio realizzate nel corso dell’anno da parte delle Forze di polizia, che hanno consentito di intercettare, anche grazie all’importante collaborazione delle Polizie locali, un numero sempre maggiore di episodi di spaccio".

"La Prefettura ha bisogno di ascoltare i territori"

Palmisani ha ringraziato il sindaco di Desio per l’ospitalità e la preziosa collaborazione che ha reso possibile l’organizzazione della riunione, e si è detta convinta che "i momenti di incontro e di confronto rappresentano occasioni preziose per le istituzioni, in quanto consentono di acquisire una migliore conoscenza dei territori, delle loro esigenze e delle questioni da affrontare nell’interesse dei cittadini. Non sempre queste possono essere affrontate a livello locale, e d’altra parte spesso costituiscono campanelli d’allarme di problematiche di dimensioni maggiori: la Prefettura ha quindi un costante bisogno di ascoltare i territori, ed assicura in qualunque momento pieno sostegno ai Comuni per ogni loro necessità".

Simona Gargiulo: "Importante fare squadra"

"In questo anno di mandato ho sperimentato la pandemia (seppur nella sua fase discendente) e l’emergenza Ucraina, oltre ad altre situazioni più critiche – ha rimarcato il sindaco di Desio, Simone Gargiulo – ed è proprio in queste circostanze che ho capito l’importanza di fare squadra. Ho preso coscienza che il territorio viene meglio gestito se coordinato in sinergia con le istituzioni e le Forze dell’ordine, l’incontro con il Prefetto Palmisani lo ha testimoniato. Il lavoro di squadra è fondamentale, anche e soprattutto dal punto di vista della sicurezza. In questi mesi abbiamo organizzato diversi controlli straordinari di concerto con la Polizia Locale, i Carabinieri e la Questura per contrastare il fenomeno della microcriminalità,  ad oggi non c’è nessun allarme sociale o situazioni che possano destare particolari preoccupazioni".

Seguici sui nostri canali
Necrologie