Autodromo

Il Rally di Monza ultima prova del Campionato del mondo

La manifestazione sportiva è in programma all'inizio di dicembre. La soddisfazione del presidente Redaelli.

Il Rally di Monza ultima prova del Campionato del mondo
Monza, 10 Ottobre 2020 ore 15:29

Il Rally di Monza sarà l’ultima prova del Campionato del mondo. La manifestazione sportiva è in programma all’inizio di dicembre. La soddisfazione del presidente dell’Autodromo Giuseppe Redaelli.

Il Rally di Monza ultima prova del Campionato del mondo

Aci Rally Monza, in programma ad inizio dicembre, sarà valido come prova conclusiva del Campionato del Mondo Rally.  Si è infatti chiusa in maniera positiva la trattativa che ha visto protagonisti Automobile Club d’Italia, Fia, Federazione Internazionale dell’Automobilismo Sportivo, e WRC Promoter, la società che promuove la serie iridata rally.

Con questa decisione è stato colto l’obiettivo di dare una chiusura di assoluto rilievo alla serie Wrc 2020, particolarmente colpita dalla pandemia, con un evento importante che unisse al fatto agonistico anche una ampia visibilità. Caratteristiche, entrambe, garantite dal prestigio e dalla storia dell’Autodromo Nazionale Monza, tempio del motorismo mondiale. Il Circuito brianzolo sarà il cuore pulsante dell’evento ospitando il Quartier generale e il Parco assistenza, nonché una parte importante della gara. I particolari sul percorso di gara saranno messi a punto e comunicati nei prossimi giorni.

Abbiamo accettato con spirito di servizio nei confronti della Fia e nell’interesse dell’automobilismo internazionale di organizzare la prova conclusiva del Campionato del Mondo Rally – ha affermato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Aci. Per noi, come Automobile club d’Italia, sarà l’ennesimo impegno di una stagione che ci ha visti protagonisti in tutte le maggiori serie dell’automobilismo sportivo. Abbiamo proposto ed ottenuto che l’accordo si estendesse anche al 2021 ed è proprio in questa ottica che abbiamo deciso di aderire. Sarà un grande evento che chiuderà in maniera assolutamente degna la massima serie del rallismo internazionale, serie che avrà nel Circuito di Monza, Tempio della Velocità, la sua degna conclusione. Uno spettacolo e un palcoscenico unico per costruttori, team, piloti, produttori degli pneumatici, che nella prossima stagione si arricchirà anche della presenza del grande pubblico degli appassionati. Con la decisione odierna il 2020 di Automobile club d’Italia entra di diritto nella storia del motorismo sportivo internazionale, con cinque eventi mondiali, tre Gran Premi di F1 e due Rally del Wrc, svolti nel nostro Paese”.

L a soddisfazione del presidente dell’Autodromo

“Ospitare l’ultima tappa del Fia World Rally Championship 2020 è un orgoglio per il Tempio della velocità”. È quanto ha dichiarato Giuseppe Redaelli, Presidente di Autodromo Nazionale Monza, a seguito della conferma che il circuito sarà sede dell’appuntamento conclusivo del Campionato del Mondo Rally.

L’ultima tappa del Fia World Rally Championship è in programma dal 4 al 6 dicembre. “L’incarico ricevuto – ha sottolineato Redaelli – è la dimostrazione della fiducia che l’Automobile club Italia e il suo Presidente Angelo Sticchi Damiani ripongono nel nostro operato.

“Abbiamo dato prova di una capacità organizzativa eccellente e un’attenzione e cura alla sicurezza già nel primo evento internazionale successivo al lockdown, accogliendo a settembre la Formula 1 per il Gran Premio d’Italia. Contribuire all’organizzazione del round conclusivo del mondiale rally sarà per noi una sfida. La affronteremo ben coscienti di avere tutti i requisiti per portare a termine un evento di successo.

“L’Aci Rally Monza sarà inoltre una importante occasione per la realtà lombarda, che ci è sempre stata vicino attraverso le sue istituzioni, fornendo una vetrina mondiale non solo ai partner che vorranno sostenere l’appuntamento WRC ma anche a tutti i territori interessati dalla manifestazione”.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia