L'appello

Il sindaco di Biassono chiede di ripristinare la naja

Il colpo di scena ieri sera al termine di una diretta della Lega Monza e Brianza.

Il sindaco di Biassono chiede di ripristinare la naja
Caratese, 14 Novembre 2020 ore 08:01

Il sindaco di Biassono chiede di ripristinare la naja. Luciano Casiraghi, fondatore del Gruppo alpini in paese, ritiene sia l’unico modo “per salvare” le Penne nere.

Il sindaco di Biassono chiede di ripristinare la naja

Il colpo di scena si è avuto al termine dell’incontro organizzato dal segretario provinciale della Lega Monza Brianza Andrea Villa per discutere dell’emergenza Covid. “In Prima linea con la pandemia” il titolo dell’iniziativa che ha visto confrontarsi da remoto sindaci e amministratori lumbard del territorio.

A moderare la serata Valentina Besana, assessore alla Cultura di Veduggio. L’incontro si avviava ormai a conclusione quando Besana ha lasciato la parola per un ultimo intervento al sindaco di Biassono Luciano Casiraghi ed è stato a quel punto che il primo cittadino ha mostrato il cappello d’alpino, lui che ha fondato e fa parte di un Gruppo alpini, e fatto il suo accorato intervento.

“Saluto  Mauro Capitanio (che partecipava al dibattito ndr)  e mi rivolgo a suo fratello, l’onorevole Massimiliano Capitanio, perché presenti  una mozione in Parlamento per ripristinare il servizio militare perché altrimenti fra qualche anno, fra un po’ di anni non avremo più gli Alpini. E’ una forza importante che abbiamo nel nostro Paese e dobbiamo tenere alto il valore degli Alpini, sempre alto in qualunque occasione, dal divertimento alle calamità naturali”.

Alpini, come è stato ribadito da più amministratori durante il dibattito, non ultimo dal sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio, che sono sempre pronti a dare una mano ai Comuni, alla cittadinanza, come è successo anche in occasione del lockdown e più in generale di questa pandemia.

Alla richiesta di Casiraghi il sindaco Capitanio ha annuito, mentre Villa ha raccolto l’appello: “E’ un appello molto, molto importante. E’ giusto che portiamo avanti un’azione politica per salvare questo Corpo, segno distintivo importante per la nostra zona; un patrimonio sociale e culturale che non dobbiamo perdere”.

Ora la palla tocca a Massimiliano Capitanio, ma del resto già qualche mese fa, in piena pandemia, anche il leader della Lega  Matteo Salvini aveva avanzato l’idea di riproporre la leva obbligatoria.

Nella foto il momento in cui, cappello da Alpino in mano, il sindaco di Biassono fa la sua richiesta.

TORNA ALLA HOME PAGE

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia