Il sottopasso di via Rota è tornato “immacolato”

Ad agosto del 2017 erano spuntate scritte ingiuriose e simboli satanici. Questa mattina l'intervento di ripristino: i muri sono tornati bianchi.

Il sottopasso di via Rota è tornato “immacolato”
Monza, 06 Aprile 2018 ore 16:56

Il sottopasso di via Rota è tornato “immacolato”. Vi ricordate i simboli satanici e le scritte ingiuriose apparse nel mese di agosto dell’anno scorso? Questa mattina, venerdì 6 aprile, il passaggio ciclopedonale è rinato.

Il sottopasso

Finalmente i muri del sottopasso di via Rota sono tornati bianchi e immacolati. A mesi di distanza dalla nostra denuncia nel mese di agosto, le pareti del passaggio ciclopedonale sono state ripulite. Eliminate, quindi, le scritte ingiuriose, le frasi razziste e i simboli satanici. Un intervento che ha ridato dignità alla struttura colpita duramente dai raid dei writers vandali.

Il precedente

Molto meno misterioso del sigillo di Satana apparso i primi di agosto del 2017, l’altro simbolo spuntato nel sottopasso: la scritta “acab” – acronimo di “all cops are bastard”, è senza dubbio più esplicito del sigillo di satana. Il messaggio richiama l’odio di alcuni gruppi anarchici nei confronti delle Forze dell’ordine.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia