Il Vimercatese ha il suo centro contro la violenza sulle donne VIDEO e GALLERY

Taglio del nastro a Vimercate.

Vimercatese, 24 Novembre 2018 ore 16:31

Il Vimercatese ha il suo centro contro la violenza sulle donne. Si è tenuto nel primo pomeriggio di oggi, sabato, il taglio del nastro per l’apertura del nuovo centro ricavato in alcuni spazi di largo Pontida, a Vimercate, messi a disposizione dall’Amministrazione comunale. Evento che cade nel week end dedicato proprio alla lotta contro la violenza sulle donne.

Il progetto

Vimercate è capofila del progetto, finanziato dalla Regione,  che fornirà il servizio a tutti i Comune del Vimercatese e del Trezzese che fanno capo a Offertasociale. Il nuovo centro sarà gestito dall’Associazione di volontariato «Telefono donna» nell’ambito del «Progetto Artemide», che prevede proprio l’apertura di nuove strutture a cui le donne possano rivolgersi, 7 giorni su 7, 24 ore su 24, per chiedere aiuto in caso di maltrattamenti.

L’inaugurazione

La cerimonia di inaugurazione si è tenuta alla presenza del sindaco di Vimercate Francesco Sartini, del presidente della Provincia di Monza e Brianza Roberto Invernizzi, del primo cittadino di Concorezzo Riccardo Borgonovo, di altri amministratori dei Comuni della zona. A fare gli onori di casa è stata l’assessore alle Politiche sociali del Comune Simona Ghedini. Presenti anche  i responsabili di Offertasociale e  di “Telefono donna”, che gestiranno il centro. Presente anche don Mirko Bellora, responsabile della Comunità pastorale e del Decanato, che ha impartito la benedizione. Ospite d’eccezione Fabio Roia, presidente di sezione del Tribunale di Milano, da anni impegnato nel contrasto alla violenza sulle donne, che ha poi tenuto una lezione sui risvolti penali e civili dei reati contro le donne, ospite della libreria “Il Gabbiano”.

Le parole di don Mirko – Guarda il video

Toccanti le parole pronunciate da don Mirko Bellora durante l’inaugurazione.

“Questo centro ci ricorda che molte donne vittime di violenza non hanno fiato, forza per parlare e restano in un pianto muto – ha detto il sacerdote – Questo pianto va udito, va raccolto, va riconosciuto, va fatto conoscere. Questo centro ci ricorda, con malinconia, che troppa gente non ha mai imparato l’arte di amare. Stiamo molto attenti  far piangere una donna, perché Dio conta le sue lacrime”.

Le parole del sindaco – Guarda il video

Le parole dell’assessore – Guarda il video

Il taglio del nastro – Guarda il video

Gli altri eventi

La giornata è poi proseguita alla libreria «Il Gabbiano» con la presentazione del libro «Gocce di veleno», alla presenza dell’autrice Valeria Benatti.
Domano, domenica 25, a Palazzo Trotti, dalle 10, è previsto un incontro con il console del Messico a Milano Marisela Morales, impegnata in un progetto di supporto alle donne latinoamericane vittime di violenza. Alle 11, mostra d’arte con opere realizzate da studenti del «Floriani». Infine, alle 15, a Villa Gussi, in via Mazzini, proiezione del film «La vita possibile», con Valeria Golino e Margherita Buy.

Guarda la gallery

14 foto Sfoglia la gallery

 

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia