amarcord

Immagini della “Biassono che fu”

Il concittadino Giancarlo Noli sta condividendo su Facebook alcune foto storiche che hanno ricevuto numerosi apprezzamenti.

Immagini della “Biassono che fu”
Cronaca Caratese, 06 Gennaio 2021 ore 20:38

Immagini della “Biassono che fu” grazie alle “fotografie da salvare” del biassonese Giancarlo Noli.

“Biassono che fu”

La memoria storica di un paese non si deve mai dimenticare e perdere nel tempo. Nel corso degli anni, un paese si trasforma, attività e botteghe che chiudono, che aprono, piazze che si trasformano e nascono, biassonesi che crescono e diventano adulti e persone che ora non ci sono più, eventi e manifestazioni che vedevano il coinvolgimento di molti cittadini. Tutti questi momenti sono sempre stati catturati e immortalati dalla macchina fotografica del biassonese Giancarlo Noli, sempre presente a ogni manifestazione con il suo immancabile attrezzo per «catturare» i momenti più belli. Una passione, quella per la fotografia, che ha sempre avuto sin da ragazzo e che porta avanti ancora oggi, forse con un pizzico di nostalgia per eventi che sono stati cancellati dal tempo. Immagini che sono custodite gelosamente nel suo archivio storico fotografico ma che sta anche condividendo su Facebook.

L’ideatore dell’iniziativa

“Sono rimasto meravigliato di così tanto interesse. Mi sono davvero commosso nel leggere i tanti commenti di apprezzamento. Molti mi hanno richiesto l’amicizia su Facebook per poter vedere quelle foto, sono molto contento. Immagini che sono arrivate anche a Fra Silvestro Arosio, che si riconosce in una delle tante immagini o chi, come Monica, si riconosce da bambina accanto a don Umberto Ghioni che le accarezza la testa” la soddisfazione dell’ideatore dell’iniziativa, Giancarlo Noli.

Il servizio completo pubblicato sul Giornale di Carate in edicola da oggi martedì 5 gennaio 2021.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità