Ancora in pericolo di vita l’operaio di BrianzAcque investito a Lissone

Sul caso è intervenuta anche la Cgil di Monza e Brianza che chiede un "rafforzamento di tutte le procedure per la tutela dei lavoratori".

Ancora in pericolo di vita l’operaio di BrianzAcque investito a Lissone
Monza, 02 Marzo 2018 ore 13:55

Resta in coma e in pericolo di vita il 46enne che mercoledì mattina è stato travolto da un’auto mentre si trovava in via Como a Lissone. Sul caso è intervenuta anche la Cgil di Monza e Brianza che chiede un “rafforzamento di tutte le procedure per la tutela dei lavoratori”.

Operaio di BrianzAcque travolto a Lissone ancora in pericolo di vita

Restano gravissime le condizioni di C.C. il 46enne travolto da una macchina, mercoledì mattina, mentre stava lavorando in via Como a Lissone. Il dipendente di BrianzAcque aveva appena terminato un intervento in un pozzetto e al momento dell’impatto con l’auto si trovava sul marciapiedi. La macchina, dopo essersi scontrata con una’altra vettura, ha infatti terminato la corsa proprio addosso all’operaio.

La Cgil auspica un “rafforzamento delle procedure di tutela dei lavoratori”

E sul caso si è espressa oggi anche la Cgil di Monza e Brianza.” La CGIL esprime la propria vicinanza a tutti i lavoratori presenti a Lissone durante l’incidente – si legge nella nota – e si stringe intorno a C.C. auspicando una pronta guarigione e un pieno recupero”.

“Le indagini sono in corso e tutto sembra indicare una fatalità e una responsabilità terza, che in ogni caso non può essere accettata. Quanti lavoratori ogni giorno lavorano in quelle condizioni di rischio e potrebbero subire la stessa sorte? L’evento di Lissone – si legge ancora nel comunicato diffuso poco fa – ci mostra una situazione su cui evidentemente bisogna intervenire, soprattutto dal punto di vista del rafforzamento di tutte le procedure per la tutela dei lavoratori e del loro rispetto da parte di tutti”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia