In via Manara a Monza

Inclusivo e innovativo: il nuovo parco giochi è ispirato al mare

L'area è stata inaugurata oggi, giovedì 6 agosto

Inclusivo e innovativo: il nuovo parco giochi è ispirato al mare
Monza, 06 Agosto 2020 ore 12:12

E’ inclusivo e innovativo. E con una “vena poetica”. E’ ispirato al mare il nuovo parco giochi di via Manara-Shiaffino, a Monza. L’area è stata inaugurata questa mattina, giovedì 6 agosto 2020.

Giochi ispirati al mare

C’è un’onda, una nave spezzata e un abisso. Un vero e proprio “libro d’avventure” voluto dall’Amministrazione e ideato e realizzato dall’Ufficio Giardini e aree verdi del Comune. “Un lavoro in house – ha commentato il vicesindaco Simone Villa – E’ stato un intervento tutto interno, realizzato dall’ufficio preposto, senza alcun professionista esterno e utilizzando le nostre risorse che non sono certo infinite. E il risultato è un’area gioco bellissima, come non ce ne sono altrove”.

I giochi sono stati realizzati in legno e in alluminio, mentre la pavimentazione è tutta anti trauma. Tra le attrezzature ludiche, c’è anche un’altalena inclusiva. I lavori – che sono costati poco meno di 100mila euro – erano inizia prima del lockdown e si sono dovuti interrompere proprio a causa dell’emergenza sanitaria.

Il mare, dunque, il tema dominante della nuova area. Questo perché, come hanno spiegato i tecnici dell’Ufficio Giardini, “ci troviamo tra le vie Manara e Schiaffino. Luciano Manara fu un sommergibile italiano che aveva preso il nome dall’omonimo patriota, mentre Bernardo Schiaffino fu uno scultore genovese che si era lasciato ispirare dal suo mare”.

“Nuova centralità ai quartieri”

“Con questo intervento si è voluto andare a dare una nuova centralità al quartiere – ha concluso il vicesindaco Villa – E l’intenzione è quella, in futuro, di andare a replicare l’esperienza, ovvero realizzare aree innovative e di qualità con risorse tutte interne, in altre zone della città”.

Parole cui fanno eco le dichiarazioni del sindaco Dario Allevi. “I momenti più belli sono quando, al termine di un progetto, si vede la risposta dei cittadini. I bimbi sono già qui a giocare, accompagnati dai genitori o dai nonni. Prendersi cura della città significa anche intervenire sulle aree e restituirle alla cittadinanza con lavori di qualità”.

TORNA ALLA HOME PAGE

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia