A Monza

"Indi" cane eroe fa scappare i ladri e rimane ferito

I malviventi, entrati nel giardino di una villetta, sono stati inseguiti dal fedele amico a quattro zampe.

"Indi" cane eroe fa scappare i ladri e rimane ferito
Cronaca Monza, 18 Luglio 2021 ore 19:00

È tutto merito di "Indi", il suo cane lupo cecoslovacco, se Matia Maconi è scampato a un furto in casa propria. Quello che si sarebbe potuto verificare nella notte tra giovedì e venerdì, nel quartiere Centro – San Gerardo a Monza, se Indi non fosse intervenuto a difesa del padrone, rimanendo ferito.

"Indi" cane eroe fa scappare i ladri e rimane ferito

Il 38enne monzese ha potuto ricostruire l’accaduto solo a posteriori, la mattina seguente, quando uscendo nel giardino del proprio appartamento a piano terra vi ha trovato una serie di indizi che l’hanno convinto di un’intrusione avvenuta nella notte mentre dormiva: un lungo rastrello abbandonato sull’erba che, racconta Matia, non gli appartiene, e uno squarcio di oltre un metro dal basso verso l’alto nella rete di confine.

"I ladri non avevano preso nulla, ma ancora non mi capacitavo della dinamica dei fatti", ha spiegato il giovane. Questo almeno fino a quando, prima di uscire di casa per la giornata di lavoro, non ha scoperto i diversi graffi e taglietti che Indi aveva sul muso: "Ho capito che il responsabile, forse più di uno, è entrato passando dal giardino del vicino, prendendo lì il rastrello come mezzo di fortuna per difendersi dai miei cani" ha continuato Matia.

Il cane ha difeso il padrone e il territorio

Già perché di cani ce ne sono due ma solo «Indi», il maschio, si era trovato al centro della scena con il ladro, difendendo il territorio e il padrone dall’intrusione. E per pura fortuna, ha aggiunto il monzese: "Solitamente dormono in casa con me e la mia compagna, ma quella notte ero solo, e avevo lasciato aperta un poco la finestra per il caldo". Proprio da lì, sentendo dei rumori, Indi sarebbe uscito in giardino, scoprendo i ladri e mettendoli in fuga, ma non prima di essere colpito da questi con il rastrello sul muso: «Fortunatamente, nella concitazione del momento, non sono riusciti a coordinarsi bene, e quindi il colpo non è stato fatale".

E' scattata la denuncia

Ora quello che importa è che Indi stia bene, e che sia riuscito con il suo coraggio a mettere in fuga i responsabili, spaventati dall’inseguimento del cane tanto da "riunire i lembi del taglio nella rete con del fil di ferro, per sbarrargli la strada" ha raccontato Matia. Certamente l’episodio ha lasciato scosso anche il giovane, che ha subito provveduto a denunciare quanto accaduto ai Carabinieri; nessuna novità al momento, anche se il 38enne ha saputo fornire un elemento importante nella ricostruzione della vicenda: "Circa una settimana prima qualcuno, probabilmente le stesse persone, si era introdotto nel condominio per far saltare gli allarmi – ha spiegato – e individuare chi non ne avesse uno, in questo caso io. Quello che i ladri non sapevano è che con me c’era il cane".
È proprio lui, per Matia, il vero eroe: "Indi stavolta ti sei superato, hai preso un rastrello sul naso per difendere la tua famiglia. Non ho più parole per dirti grazie e quanto sei importante per noi. Sei un grande".

Necrologie