Cronaca

Insulti ai poliziotti, egiziano a processo

Era stato fermato perché al volante senza patente (mai conseguita) e con uno sfollagente a molla.

Insulti ai poliziotti, egiziano a processo
Cronaca Monza, 26 Settembre 2018 ore 10:17

Insulti ai poliziotti, a processo un cittadino egiziano.

Insulti ai poliziotti, a processo

E' finito a processo a Monza per aver insultato i poliziotti compiendo inoltre diverse intemperanze all'interno dell'ufficio nel quale era stato accompagnato dopo essere stato beccato in giro per Monza con un bastone sfollagente metallico a molla.

Nei guai egiziano 32enne

La situazione era poi degenerata tanto che l'uomo, un egiziano di 32 anni, era stato poi arrestato. E ora sta discutendo della vicenda di fronte al giudice del tribunale di Monza, Giovanni Gerosa. La Procura è rappresentata in aula dal Vice Procuratore Onorario, Paola Suglia.

I fatti risalgono a tre anni fa

I fatti risalgono al 10 aprile del 2015. L'egiziano, secondo la ricostruzione della Procura di Monza, non solo si era portato da casa un bastone, potenzialmente molto pericoloso, ma era salito a bordo di una Lancia Y10 senza patente (non l'aveva mai conseguita).

Fermato dalla Polizia stradale

Durante un controllo stradale era stato pizzicato dalla pattuglia della polizia stradale che lo aveva condotto in caserma. La situazione era poi peggiorata, tanto che a un certo punto l'uomo, andato nettamente sopra le righe, era stato arrestato.

Durante la permanenza negli uffici, infatti, avrebbe "assunto un atteggiamento aggressivo, sferrando pugni contro il muro dell'Ufficio Volanti, al punto da costringere gli operanti a utilizzare le manette in dotazione per porre fine al comportamento, garantendo l'incolumità delle persone presenti".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie