Cronaca
Notizie dalla Questura

Irregolare e con precedenti per spaccio, sarà espulso

Il 32enne è statao accompagnato al Cpr di Torino dopo essere stato scarcerato dalla Casa Circondariale di Monza.

Irregolare e con precedenti per spaccio, sarà espulso
Cronaca Monza, 25 Ottobre 2022 ore 10:16

Dopo la scarcerazione dalla Casa Circondariale di Monza è stato accompagnato al CPR di Torino dal personale della Questura di monza. Qui un 32enne marocchino irregolare e già condannato per traffico di stupefacenti, sarà trattenuto per il tempo necessario all’esecuzione del provvedimento espulsivo per il definitivo allontanamento dal territorio nazionale.

Irregolare e con precedenti per spaccio, sarà espulso

A disporre il collocamento al CPR piemontese è stato, nella giornata di domenica 23 ottobre 2022, il Questore della Provincia di Monza e della Brianza Marco Odorisio.

Il cittadino marocchino irregolare in Italia dal 2017, è stato accompagnato nella struttura torinese dopo essere stato scarcerato dalla Casa Circondariale di Monza, dove ha scontato la pena di 1 anno e 6 mesi di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti in concorso con altri due cittadini stranieri.

Era stato fermato in A4: in auto aveva droga e contanti

Il marocchino era stato fermato sull’Autostrada A4 dalla Polizia Stradale di Seriate, che aveva scoperto nel veicolo circa 9.000 € in contanti, dei quali gli stranieri non avevano saputo giustificare la provenienza. Con l’aiuto dell’unità cinofila, in un’intercapedine della scocca posteriore del bagagliaio, i poliziotti avevano trovato anche un involucro contenente circa 100 grammi di resina di hashish e avevano proceduto all’arresto dei tre uomini.

L'analisi delle banche dati

Dall’esame delle banche dati era così emerso che il cittadino marocchino, oltre a precedenti per violazione delle norme in materia di immigrazione, era stato condannato nel 2017 alla reclusione di un anno e otto mesi per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione illecita di stupefacenti. Successivamente ammesso agli arresti domiciliari, non ne aveva rispettato le prescrizioni, motivo per cui era stato condannato a ulteriori nove mesi di reclusione per evasione e ricondotto in carcere.

L'accompagnamento al CPR di Torino

Accompagnato, dopo la scarcerazione, presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Monza e della Brianza, il Questore Marco Odorisio ne ha disposto il trattenimento presso il CPR di Torino. Qui, grazie al posto messo a disposizione dalla Direzione Centrale per l’Immigrazione del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, lo straniero sarà trattenuto per il tempo necessario all’esecuzione del provvedimento espulsivo per il definitivo allontanamento dal territorio nazionale.

Seguici sui nostri canali
Necrologie