Cronaca
Polizia di Stato

Irregolare sul territorio: espulso 25enne con una sfilza di precedenti

La decisione del Questore Marco Odorisio

Irregolare sul territorio: espulso 25enne con una sfilza di precedenti
Cronaca Monza, 06 Luglio 2022 ore 12:42

Irregolare sul territorio: espulso 25enne con una sfilza di precedenti.

Espulso 25enne

Nella giornata di lunedì - il 5 luglio 2022 - gli agenti della Questura d Monza hanno eseguito l’accompagnamento in frontiera, disposto dal Questore della Provincia Marco Odorisio, di un cittadino peruviano di 25 anni irregolare sul territorio italiano e gravato da gravi precedenti penali.

La sfilza di precedenti

Il giovane, inizialmente titolare di permesso di soggiorno per motivi familiari, si è successivamente allontanato da un percorso di integrazione sociale, motivo per cui il Questore  aveva rigettato l’istanza di rinnovo del permesso di soggiorno. Una decisione presa anche sulla base dei numerosi precedenti, con tanto di condanne definitive per reati contro la persona e il patrimonio commessi prevalentemente a Monza.

Furto aggravato, lesioni, violenza

Nel 2017 era stato condannato a 10 mesi di reclusione per furto aggravato in concorso; nel 2018, a bordo di un treno, si era reso responsabile, con altre persone, di lesioni e violenza ai danni di un capotreno e, all’atto del controllo di Polizia in stazione a Monza, si era reso pure responsabile dei reati di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Minacce aggravate

Nel 2019 è stato condannato a 6 mesi di reclusione per il reato di minacce aggravate ai danni di un altro giovane che aveva minacciato di aggressione fisica e di morte.

Rapina aggravata

Inoltre, gli era stata inflitta una condanna a 1 anno e 4 mesi di reclusione per il reato di tentata rapina aggravata. Nel 2020 era stato condannato a 6 mesi per il reato di lesioni per il quale gli veniva contestata la recidiva.

Arrestato per droga

Successivamente era stato arrestato poiché rinvenuto in possesso di circa 15 grammi di sostanza stupefacente e di denaro contante verosimilmente frutto del reato di spaccio.

L'allontanamento

Infine, nel 2021, il Tribunale di Milano, a seguito di un ulteriore arresto per spaccio di sostanze stupefacenti, aveva emesso nei suoi confronti la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.

Terminato l’obbligo impostogli dal Tribunale, è stato inizialmente sottoposto alla misura alternativa al trattenimento, vista l’impossibilità di un immediato rimpatrio a causa delle limitazioni ai voli imposte nel periodo della pandemia, fino al 5 luglio, giorno in cui il Questore Marco Odorisio disponeva l’accompagnamento in frontiera per il definitivo rimpatrio in Perù.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie