Cronaca

La 32enne che non accetta la fine della relazione e perseguita l'ex

Incessanti le condotte moleste e le minacce, oltre ai danni all'auto. E l'uomo è arrivato a cambiare casa

La 32enne che non accetta la fine della relazione e perseguita l'ex
Cronaca Seregnese, 02 Giugno 2022 ore 08:14

Non accettava la fine della relazione e così la 32enne ha iniziato a perseguitare il suo ex di dieci anni più grandi, non solo con messaggi ma arrivando anche a vandalizzargli l'auto

Una fine della relazione mai accettata

I carabinieri della compagnia di Seregno hanno eseguito la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa  emesso dal Gip di Monza nei confronti di una 32enne di origini calabresi ma residente in Brianza accusata  di reiterati atti persecutori nei confronti dell’ex compagno, 42enne anch’egli residente in Brianza.
La misura cautelare nasce  dalle indagini condotte dall’Arma e coordinate dalla Procura della Repubblica di Monza che hanno permesso di raccogliere gravi e
indizi di colpevolezza a carico della donna. Che, in seguito alla fine della breve relazione di alcuni mesi con l’uomo, dal mese di febbraio 2021 a oggi, mossa da gelosia e dall’incapacità di accettare la fine del rapporto sentimentale, avrebbe iniziato a porre in essere atteggiamenti molesti nei confronti dell'uomo, facendosi
trovare insistentemente sotto l’abitazione dello stesso, inviando numerosissimi messaggi sulle piattaforme di messaggistica nonostante i divieti opposti dall’ex.
La donna avrebbe anche  vandalizzato l’autovettura dell’uomo mentre era parcheggiata lungo la pubblica via e lo avrebbe minacciato più volte.
Tutto questo ha provocato nel 42enne un perdurante e grave stato d’ansia, il timore per la propria incolumità e di incrociare la molestatrice sul suo cammino. Per questo l'uomo ha anche cambiato le proprie abitudini e, in particolare, avrebbe staccato il citofono della propria abitazione, parcheggiato la propria autovettura lontano dall’abitazione, cambiato i propri recapiti telefonici, smesso di usare i propri profili social e, addirittura, cambiato casa.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie