La banda dei ricambi ha colpito ancora

Cannibalizzata a Carate un'altra Audi. E' già il terzo episodio in meno di due mesi

La banda dei ricambi ha colpito ancora
Caratese, 07 Gennaio 2020 ore 08:30

La «banda dei ricambi» è tornata a colpire a Carate, cannibalizzando un’altra auto. E’ già il terzo episodio in meno di due mesi.

Auto cannibalizzata

E’ accaduto nella notte a cavallo tra venerdì e sabato, in via Azimonti, traversa a fondo cieco di corso della Libertà, nel cuore della città. Nel mirino, come negli episodi precedenti, un’«Audi» posteggiata lungo la strada. Al proprietario l’amara sorpresa nella mattinata di sabato: la quattro ruote era stata sventrata internamente; sparita anche gran parte degli elementi della carrozzeria. Raffinata la tecnica utilizzata perchè l’allarme, regolarmente inserito, non è scattato. Sul caso stanno indagando i carabinieri.

Era già successo

Era la fine di novembre quando, in una sola notte, si erano contati tre furti su altrettante quattro ruote di lusso, tutte di marca «Audi». Due nella frazione di Costa Lambro, il terzo a Villa Raverio di Besana. Identico il modus operandi, secondo un piano studiato nei minimi dettagli e ormai oltremodo collaudato da bande che cercano pezzi da rivendere sul mercato nero.
Nella frazione caratese, due i veicoli, entrambi aziendali, che avevano attirato l’attenzione dei ladri. La prima parcheggiata all’interno del box; la seconda per la strada, breve e residenziale. I proprietari di quest’ultima, rientrati a casa, erano stati seguiti dai malviventi che erano riusciti a clonare il segnale di apertura e chiusura del telecomando dell’«Audi». Erano poi entrati nell’abitacolo passando dal baule della station wagon, abbassando i sedili posteriori, per poi rubare tutta la zona del pannello di controllo. Via anche i fanali.
Stessa tempistica e stesso modello di auto a Villa Raverio dove una terza «Audi», in via Mazzini, era stata cannibalizzata.

Glocal News
Foto più viste
Video più visti