La banda suona per i 150 anni del Comune

Appuntamento questo pomeriggio, alle 17, nel piazzale di via Trieste a Briosco

La banda suona per i 150 anni del Comune
Caratese, 24 Giugno 2018 ore 08:30

La banda suona per i 150 anni del Comune. Appuntamento questo pomeriggio, alle 17, nel piazzale di via Trieste a Briosco.

La banda in concerto

La casa comunale di via Roma compie 150 anni e la banda è pronta a suonare per l’importante traguardo. Banda che, fortunata coincidenza, festeggia il quarto di secolo di attività.
L’appuntamento è per questo pomeriggio, domenica 24 giugno, a partire dalle 17, nel piazzale di via Trieste. Sarà un concerto unico. Il Corpo musicale San Luigi, infatti, condurrà i presenti in un viaggio a ritroso nel tempo, ripercorrendo le principali tappe storiche della comunità, raccontate in note. Dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri. Si partirà dai valzer e le mazurke per arrivare alla musica leggera italiana, passando per Verdi ed il jazz.
Protagonisti, insieme alla musica, anche i brani tratti dall’opuscolo realizzato da Antonio Viganò, pilastro della biblioteca, per il secolo e mezzo del Municipio, edificato nel 1868: “La casa comunale e i suoi 150 anni”. Oltre che dal libro di Domenico Flavio Ronzoni del 1985 “Alla ricerca delle radici perdute”.

La banda spegne 25 candeline

Sono due le date che hanno segnato l’inizio dell’avventura del Corpo musicale San Luigi. Il settembre del 1992 quando, sotto la spinta iniziale di don Gino Villa, Sergio Oblatore e Massimo Dell’Oca raccolsero le prime adesioni. Erano “di giovani allievi, di genitori intraprendenti e di alcuni musicisti brioschesi con esperienza maturata in bande di paesi limitrofi – si legge sul sito internet della banda – Con il coinvolgimento di Domenico Brenna (attuale presidente) e di un maestro esperto, Ermanno Corti, si venne così a creare il primo giovane gruppo musicale”.
La seconda è “la data che convenzionalmente diede l’avvio al nostro corpo bandistico”: la festa della mamma del 1993. In quell’occasione il gruppo di esibì per la prima volta in pubblico, all’asilo del capoluogo.
Sono passati venticinque anni da allora, la bacchetta è passata dal maestro Marco Toloni al professor Gioacchino Burgio, attuale direttore. Si sono susseguiti concerti, sfilate, collaborazioni, trasferte in Italia e all’estero, gite, con i musicisti ed i giovanissimi allievi. E ora, lo sguardo è tutto al futuro.
“La nostra speranza è quella di proseguire con impegno nel nostro cammino musicale – concludono i bandisti sul sito – Fare in modo che la musica sia per tutti noi un elemento legante, un modo unico per comunicare emozioni al pubblico con un repertorio vario, moderno e sempre più appassionante”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia