Biassono

La Casa degli Esploratori è anche online

La piattaforma valorizza eccellenze e talenti dei territori, attraverso la riscoperta della storia dell’esplorazione italiana.

La Casa degli Esploratori è anche online
Cronaca Caratese, 06 Dicembre 2020 ore 08:30

La Casa degli Esploratori ora è anche online.

Porte aperte alla Casa degli Esploratori

Lanciato di recente il sito casadegliesploratori.it, piattaforma digitale della rete di collaborazione che unisce associazioni, musei, rappresentanze e professionisti votati alla valorizzazione delle eccellenze e dei talenti dei territori, partendo della storia dell’esplorazione italiana. E’ online la piattaforma che valorizza eccellenze e talenti dei territori, attraverso la riscoperta della storia dell’esplorazione italiana.

Il progetto

Il progetto, presentato un anno fa dall’associazione culturale Gaetano Osculati in collaborazione con i Comuni di Arcore e Villasanta, si è arricchito nel tempo di nuovi partner pubblici e privati, con l’obiettivo di creare una rete di contatti in tutta Italia che operino sinergicamente in cinque ambiti: Ricerca e Comunicazione, Cultura, Turismo, Commercio, Educazione e Formazione. In risposta alle difficoltà che la pandemia da Covid-19 produce sui traffici e gli spostamenti, il portale “casadegliesploratori.it” ricrea le condizioni per mantenere aperte le frontiere dello scambio.

L’ideatore del progetto

“Spesso poco conosciute o del tutto ignorate – ha dichiarato il biassonese Alberto Caspani, ideatore del progetto – le figure degli esploratori italiani possono oggi trasformarsi in “ambasciatori” che facilitano il dialogo e i rapporti economici con i Paesi da loro visitati, offrendo un volano all’internazionalizzazione delle tipicità territoriali. La Casa degli Esploratori aggiorna cioè il concetto di “geografia commerciale” elaborato dopo la metà dell’Ottocento da Manfredo Camperio: il primo italiano ad aver avuto una visione globale degli “affari esteri”, cui l’anno scorso abbiamo dedicato una missione in Egitto in occasione del 150esimo anniversario dall’apertura del Canale di Suez, oltre che un approfondimento tematico sulla nuova piattaforma (https://www.casadegliesploratori.it/l/suez-e-il-sogno-di-manfredocamperio-egitto/)”.

I cinque ambiti

“I cinque ambiti d’intervento comportano cinque passi operativi: la rimappatura dei percorsi storici è occasione per lanciare gemellaggi e iniziative culturali, a partire dalle quali vengono creati nuovi itinerari turistici in Italia e all’estero, sono individuate le eccellenze e i talenti dei territori interessati, nonché le forme di intermediazione necessarie per relazionarsi all’altro e al diverso – aggiunge Caspani – Passo dopo passo, la piattaforma punta così a unire tutte le associazioni, i musei, le rappresentanze e i professionisti che – attraverso il tema dell’esplorazione – valorizzano le eccellenze e i talenti dei territori per ridare slancio all’economia del nostro Paese. Fra i primi nomi a essersi messi in rete, la Società Geografica Italiana, l’Istituto di Cultura per l’Oriente e l’Occidente, il Fondo Ambiente Italiano Lombardia, ma anche musei come il Castello D’Albertis Museo delle Culture del Mondo di Genova, il Castello di Rivalta o il Museo Castiglioni di Varese, o ancora le associazioni Pigafetta500 di Vicenza, Giacomo Bove di Maranzana, FreeZone di Varese, per arrivare anche a professionisti come I Viaggi di Maurizio Levi, Luni Editrice o STC Media. Le rete è in costante aggiornamento ed espansione, mentre sul sito sono state create diverse sezioni che presentano materiale documentaristico, reportage d’approfondimento, focus sugli esploratori, vetrine di tipicità, e strumenti per avviare il percorso di affiliazione alla Casa degli Esploratori. Percorso che, oltre a mettere a disposizione competenze e facilitazioni prodotte dal fare rete, risulta premiante anche per l’assegnazione dei fondi destinati a progetti d’ampio respiro. Largo alle idee, dunque!”

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità